Moratoria Covid finita

Il Fisco torna a mordere: in arrivo 400mila cartelle esattoriali in Piemonte

Da venerdì partiranno le notifiche di pagamento per i versamenti del periodo fra marzo e agosto finora rinviati.

Il Fisco torna a mordere: in arrivo 400mila cartelle esattoriali in Piemonte
15 Ottobre 2020 ore 12:31

Qualcuno potrebbe usare l’espressione “è finita la pacchia”. Ma c’è poco da ridere. Da oggi, 15 ottobre 2020, il Fisco torna a pretendere che ogni cittadino versi le proprie imposte.

Il Fisco torna a mordere

Da Prima Torino

A causa dell’emergenza Covid, tutti i versamenti da marzo ad agosto erano stati, infatti, rinviati.

Ma il Governo non ha deciso alcun ulteriore differimento, per cui l’Agenzia delle entrate è pronta a far partire 9 milioni di lettere in tutta Italia, 400mila delle quali contenenti cartelle esattoriali per i residenti del Piemonte.

Le notifiche di pagamento partiranno da domani, venerdì 16 ottobre 2020.

Entro il 30 novembre c’è l’obbligo di pagare con rata unica.

Se invece avete intenzione di chiedere un saldo a rate, avete tempo fino a domani sera (venerdì) per richiederlo.

400mila cartelle esattoriali in Piemonte

Altrimenti basteranno 5 rate non pagate (anziché 9) per avviare la procedura di riscossione.

Serve una nuova “rottamazione” delle cartelle – ha rilevato Domenico Centeleghe di Cna (Confederazione nazionale dell’Artigianato) di Torino -Attenzione intendo una “rottamazione” che non cancelli il debito d’imposta, ma che cancelli però almeno le sanzioni in un momento comunque ancora difficilissimo”.

I vari decreti varati dal Parlamento avevano differito ben 13 diverse imposte con l’obiettivo di alleggerire la crisi.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità