Oltre a regionali e Comunali

Nell'election day del 20 e 21 settembre anche il referendum sul taglio dei parlamentari

La decisione è stata presa dal Consiglio dei ministri del 14 luglio.

Nell'election day del 20 e 21 settembre anche il referendum sul taglio dei parlamentari
17 Luglio 2020 ore 11:51

Saltato l’appuntamento elettorale di maggio a causa dell’emergenza coronavirus, le urne per le Comunali e le Regionali si apriranno a settembre.

Regionali, Comunali e referendum

Parliamo di sette regioni: Veneto, Liguria, Campania, Toscana, Marche, Puglia e Valle d’Aosta. E di oltre mille Comuni, molti capoluoghi di Provincia: Lecco, Venezia, Trento, Bolzano, Mantova, Reggio Calabria e Macerata.

Ma nell’election day del 20 e 21 settembre 2020 si voterà anche per il referendum confermativo sulla riduzione del numero dei parlamentari e per le elezioni supplettive nei collegi uninominali 3 della Regione Sardegna e 9 della Regione Veneto del Senato.

Election day del 20 e 21 settembre 2020

La decisione è stata presa dal Consiglio dei ministri del 14 luglio su proposta del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e della ministra dell’Interno Luciana Lamorgese.

Il referendum avrebbe dovuto svolgersi lo scorso 29 marzo.

Governatori volevano votare a luglio

Quattro presidenti delle regioni il cui voto è stato spostato avevano scritto al Governo per chiedere dia votare in estate: Giovanni Toti per la Liguria, Luca Zaia per il Veneto, Vincenzo De Luca per la Campania e Michele Emiliano per la Puglia (uno schieramento bipartisan, due di centrodestra, due del Pd), non sono stati ascoltati.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità