Turismo
I consigli di Susanna Messaggio

Marche: una terra d’arte, natura e passione

Alcuni suggerimenti per turisti e appassionati di storia dell’arte che vogliono scoprire città e borghi medioevali di una regione bellissima.

Marche: una terra d’arte, natura e passione
Turismo 19 Maggio 2021 ore 15:56

La storia dell’arte ha un capitolo speciale in Italia nelle Marche. Il passaggio e lo stanziarsi di antichi popoli hanno lasciato il segno nell’architettura, nell’archeologia e in artisti noti.

Le città

Urbino

A partire dal nord con la rinascimentale Urbino, oggi città universitaria; un gioiello architettonico immerso nel Montefeltro in provincia di Pesaro. Sono sensazionali i giochi di luce, la prospettiva delle forme e il palazzo Ducale con la Galleria Nazionale che custodisce le opere di Raffaello e Piero Della Francesca. Non si può dimenticare il Teatro Rossini, dove ogni anno si svolge il Rof (Rossini Opera Festival). A rappresentare la città di Pesaro c’è la scultura in bronzo realizzata nel 1998 dallo scultore Arnaldo Pomodoro. Un’altra città da sottolineare è Ancona, capoluogo della regione delle Marche, dove le terme, l’antico foro romano, un anfiteatro dell’età imperiale e il Duomo hanno il fascino di un museo a cielo aperto con un significato storico e religioso. Si tratta della piazza più antica di Ancona, quella del Duomo, conosciuta come Piazza del Papa per la statua di Papa Clemente XII.
Nelle Marche ricordo Ascoli Piceno per aver presentato il Festivalbar ed aver fatto assaggiare a tutti gli artisti internazionali le favolose olive ascolane. Prelibatezza della città. Cento gusti di carni diverse per i ripieni, come cento sono le torri gentilizie e campanarie, dove ci ha accolto la Piazza rinascimentale del Popolo e dove il Torneo Cavalleresco della Quintana si svolge sempre ad agosto.

I borghi medioevali

Susanna Messaggio nel teatro ligneo di Borgo Pilotti

La mia passione per i borghi medioevali mi porta a sottolinearvi Fermo, una cittadina cinquecentesca con il Palazzo dei Priori e il settecentesco Teatro dell’Aquila sede di rassegne teatrali e musicali, dove si svolge la rievocazione storica della Cavalcata dell’Assunta il 15 agosto di ogni anno.
Non tutti invece conoscono Borgo Pilotti, un antico borgo, con mura che proteggono a scrigno le case ed i vicoli incantevoli, dove il tempo si è fermato; un teatro comunale ligneo settecentesco perfettamente conservato e ancora meta di spettacoli, una favolosa libreria con libri antichi che raccolgono le potenzialità delle acque curative delle terme e un luogo spirituale dove Corrado Pilotti, discendente di un’antica famiglia, dopo il terremoto, ha fatto una ricostruzione eccezionale degli spazi a Penna San Giovanni, una frazione del Borgo. Costruendo una meravigliosa medi-spa (Borgo Pilotti Clinic Hotel spa), indicativa per la rigenerazione del fisico e della mente in collaborazione con i medici dell’ospedale di Macerata, avvantaggiati dall’aria salubre e dalle acque curative eccezionali di questo Comune. Abbinando la cucina marchigiana a quella internazionale, dove i suoi ospiti, finiscono per tornare, cercando il punto, nel suo cortile dove di fianco c’è una chiesa, il cui santo patrono protegge i lavoratori della terra, dove si dice che un tempo sedette Leopardi a guardare le colline “al di là dell’ermo colle”, ammirando i monti Sibillini e dove si è festeggiato il suo centenario, tra poesie ed opere culturali e si è pregato per una terra tanto generosa, quanto ricca nel vivace sottosuolo.

Cingoli

Cingoli

Le colline geometricamente perfette, si diffondono sul territorio, fino ad arrivare a Cingoli. Dove la più grande azienda italiana biologica, del settore avicolo del territorio, Fileni, a pochi chilometri di distanza, vede oggi Giovanni Fileni, guardare il mondo come Leopardi, al di là delle amate Marche, proiettato nel mondo, verso “l’infinito”. Rappresentando l’Italia all’estero, l’imprenditore che ama il suo territorio, veglia sul patrimonio avicolo, attento alla sostenibilità, alla cura della sua terra, dove vengono coltivati anche appezzamenti di cereali. Interessanti psico-pedagogicamente le visite da fare con le scuole per conoscere la vita degli animali, dai polli ai cavalli osservando la natura nella sua armonia. Nota anche la Fondazione Marco Fileni per le tante opere culturali e di aiuto per il territorio dedicate alla cultura.
Il comune di Cingoli si trova nella provincia di Macerata sulla sommità del Monte Circe, classificato come uno dei borghi più belli d’Italia, dove l’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) conserva e rivitalizza luoghi storici che non tutti conoscono come la Collegiata di Sant’Esuperanzio con stile gotico del 1250 con affreschi della scuola umbro-marchigiana.

Buone Marche a tutti per una vacanza da sogno nella natura!

Susanna Messaggio

La notizia originale “Marche: una terra d’arte, natura e passione” sul sito newsprima.it