Ponente ligure

Sanremo, Vivila & Amala

Uno slogan che è un programma per le vacanze: mare e spiagge da sogno, sport per tutti i gusti, cultura e tradizioni in cui immergersi. E quando poi ci si mette a tavola…

Sanremo, Vivila & Amala
Turismo 29 Giugno 2021 ore 18:12

A Sanremo ci sono i colori del mare, del cielo, delle spiagge e dei fiori; c’è un clima che non trova eguali; c’è una cucina a dir poco stuzzicante; c’è la possibilità di praticare sport all’aria aperta, in riva al mare o in montagna; ci sono cultura e tradizioni inconfondibili; per non parlare della musica…

Sanremo, Vivila & Amala

Sanremo è tutto questo e ancora di più. Un luogo magico, incastonato nel cuore della Riviera Ligure dove tutto è possibile. Non resta che far proprio lo slogan che hanno coniato per lei: Sanremo, Vivila & Amala. Eccovi, allora, un assaggio di quello che potreste vivere passando una vacanza nella “Città dei Fiori”.

Mare e spiagge

La copertina se la prende il mare. D’altra parte siamo nella stagione dove il suo richiamo è più forte. E a Sanremo tutte le strade portano al mare. Dove si può correre sulla spiaggia, giocare, nuotare o semplicemente fare un bagno nelle sue meravigliose acque che anche quest’anno hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu. Da levante a ponente è un susseguirsi di stabilimenti attrezzati e graziose insenature naturali e a fianco dei tanti stabilimenti privati è possibile usufruire anche di spiagge libere, attrezzate e no: quelle del lungomare dei Tre Ponti (apprezzate dai surfisti), della zona di Bussana o le più centrali del lungomare delle Nazioni dove è presente anche un piccolo lido accessibile agli amici a quattro zampe.

Sport e benessere

Se venite per la prima volta a Sanremo resterete meravigliati da quante persone incrocerete in bicicletta. In città, ma soprattutto a bordo mare dove scorre una bellissima pista ciclabile, un vero e proprio fiore all’occhiello della Riviera dei Fiori: 24 km di paradiso che incorniciano il litorale da Ospedaletti a San Lorenzo al Mare. Sorta sul vecchio sedime ferroviario, è il luogo preferito per concedersi una passeggiata e dove fare sport all’aria aperta tutto l’anno. A chi non basta una tranquilla passeggiata sulle due ruote, l’entroterra di Sanremo è un vero e proprio paradiso per gli amanti di mountain bike, enduro e downhill: in particolare i boschi delle frazioni di San Romolo e Monte Bignone, dove non mancano tanti sentieri immersi nel verde per dedicarsi in libertà alle discese a picco sul mare. Se poi qualcuno vuole misurarsi con dossi e paraboliche, c’è la pista di pump track situata a Pian di Poma: un circuito lungo ben 800 metri composto da un percorso pianeggiante per le handbike e uno con paraboliche e gobbe per le mountain bike.

Poi ci sono, ovviamente, tutti gli sport legati al mare. Come la vela, che ha il suo centro nello Yacht Club Sanremo compagnia della vela, che si trova a pochi passi dal porto vecchio. O il canottaggio: in questo caso il punto di riferimento è lo storico Circolo Canottieri Sanremo attivo dal 1933. Senza dimenticare tutte le altre possibilità di fare sport, dall’ippica, al Campo Ippico di Sanremo, punto di riferimento per gli amanti dell’equitazione inaugurato nel 1930 alla presenza di Re Vittorio Emanuele III, al golf che si può praticare al Circolo Golf degli Ulivi, un 18 buche dove si svolgono numerose e importanti competizioni internazionali e nazionali.

Tradizioni e cultura

Sanremo è affascinante anche sotto l’aspetto culturale. La parte più suggestiva è sicuramente la città vecchia, fondata intorno all’anno Mille, chiamata “La Pigna” per la caratteristica forma della topografia delle case, attaccate l’una all’altra, inerpicate sulla collina, separate da stretti “caruggi” e disposte, appunto, secondo la caratteristica forma di pigna. Una scelta dettata da ragioni di sicurezza per difendersi dalle temibili incursioni saracene. Sulla sommità spicca il santuario della Madonna della Costa (sec. XVII), che domina il golfo.

Forte Santa Tecla

Nel centro storico si trova anche la cattedrale romanicogotica di San Siro (edificata nel XIII secolo su un edificio più antico), con il campanile barocco. Tra i simboli religiosi di Sanremo spicca la Chiesa Russa che, con le sue magnifiche cinque cupole a bulbo, domina maestosa la passeggiata Imperatrice dedicata alla zarina Maria Aleksandrovna. Non perdetevi Forte Santa Tecla che, da simbolo della forza genovese contro “i sanremesi rivoltosi”, è diventata roccaforte a difesa dalle invasioni via mare, si è trasformata in caserma, carcere cittadino e infine principale polo museale della città.

Poi, naturalmente, c’è il noto Casinò che, dalla sua fondazione nel 1905, ha ospitato tantissimi personaggi del jet set nazionale e internazionale che si sono alternati ai suoi tavoli verdi dando vita a sfide memorabili, dal Re egiziano Faruk a Gustavo Di Svezia, dall’attore e regista Vittorio De Sica, giocatore incallito, a Ranieri e Grace di Monaco. E l’altrettanto famoso Teatro Ariston, uno dei luoghi più iconici della città, che ospita dal 1977 il Festival di Sanremo.

Infine, le numerose ville e giardini di cui è costellata. Citiamo almeno Villa Nobel, dove dimorò nei suoi ultimi anni di vita, tra il 1891 e il 1896, l’omonimo scienziato svedese che proprio qui, stilando il suo testamento, diede vita al premio Nobel; e Villa Ormond, una delle dimore più eleganti e ricche di storia di Sanremo, le cui ampie stanze hanno ospitato l’élite dell’aristocrazia europea come i Principi di Prussia, il Duca d’Aosta e l’Imperatrice Elisabetta d’Austria, con un parco davvero straordinario, dove hanno trovato dimora piante esotiche e rare ma dove si può anche ammirare un giardino tradizionale giapponese.

Villa Ormond

Food

Se Sanremo va vissuta, uno dei momenti più qualificanti è quando ci si siede a tavola, perché il suo mare e il suo territorio regalano ogni giorno una grande varietà di prodotti meravigliosi e freschissimi. Ogni giorno Sanremo è come un menù nuovo da scoprire e assaporare con prodotti davvero unici: dal Gambero rosso di Sanremo che viene pescato nello specchio d’acqua antistante la città, considerato da molti chef il migliore del mondo, alla Sardenaira, deliziosa pasta lievitata condita con pomodoro, olive, acciughe e qualche spicchio d’aglio che si può trovare in ogni bar e panetteria della città; dai deliziosi e golosi Baci di Sanremo, nati durante la belle époque come risposta locale ai baci di dama, alla Panissa, una ricetta tipica della cucina ligure preparata con farina di ceci e acqua.

Shopping

In una città di mare e di vacanza che si rispetti, non può mancare lo spazio per lo shopping. E Sanremo non fa eccezione, anzi... Tappa irrinunciabile degli amanti delle griffes sono le vie pedonali del centro come via Matteotti, vero e proprio salotto del Made in Italy, dove si possono trovare le migliori boutique. Ma non mancano le occasioni nelle caratteristiche stradine di via Palazzo, via Cavour, via Carli e di tutte le vie del centro sede di meravigliosi negozi adatti a tutte le età. E per gli amanti delle firme, fuori dal centro, in zona Valle Armea, si può trovare “The mall”, il famoso centro commerciale dedicato ai monomarca di grandi stilisti.

La notizia originale “Sanremo, Vivila & Amala” sul sito newsprima.it