Storia originale

Consigliera agratese si laurea via Skype

Marina Graziani conta di continuare la sua attività professionale in paese

Consigliera agratese si laurea via Skype
Arona, 22 Aprile 2020 ore 09:53

Consigliera agratese discute la sua tesi di laurea in videochiamata tramite l’applicazione Skype.

Consigliera agratese laureata a distanza

Laurearsi è possibile solo online in tempi di pandemia. E’ accaduto anche al consigliere comunale di maggioranza Marina Graziani, che venerdì 3 aprile ha potuto comunicare tramite videochiamata con la commissione. “Nel 2014 – racconta – ho concluso con buon profitto il corso di laurea in Psicologia dello sviluppo e dell’educazione a Torino. Per la specializzazione in psicoterapia mi sono iscritta a Bologna e viaggiavo due volte al mese per frequentare i corsi dell’indirizzo in arte terapia. Questo diploma, mai lo avrei pensato, l’ho appunto ottenuto attraverso una chiamata Skype. La tesi è partita dall’esperienza di tirocinio svolta nel reparto di neuropsichiatria infantile a Novara. Nel mio scritto ho analizzato come terminare in modo positivo le terapie con i bambini. Il metodo che ho messo a punto è piaciuto molto e vi è l’ipotesi di una pubblicazione del mio lavoro. Ogni membro della commissione era collegato da casa sua. Quattro le città coinvolte: ero emozionata anche solo per la modalità di dialogo”.

Ora resterà in paese come psicologa

Le circostanze della vita hanno condotto Graziani a rimanere in paese, con l’obiettivo di aprire uno studio psicologico. “Mi sono sentita spesso dire che, per fare strada, avrei dovuto uscire da un piccolo contesto – racconta – ma dopo nove anni eccomi qui. Non sono mai voluta andare via, lo dimostra il mio impegno nel consiglio comunale agratese. Noi psicologi abbiamo basato il nostro lavoro sulla relazione faccia a faccia e dobbiamo rimodellarci in questa situazione nuova. Mi sono attivata per seguire i miei pazienti o con Skype o tramite una videochiamata su Whatsapp. La mia difficoltà ora è riuscire a mantenere i rapporti con i bambini. Attraverso un contatto video do loro piccoli compiti emotivi”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità