Novità

Gli studenti del Novarese a lezione di… videogiochi con il progetto Diderot

Temi extracurriculari e un approccio innovativo al centro del progetto Diderot

Gli studenti del Novarese a lezione di… videogiochi con il progetto Diderot
Scuola Novara, 09 Febbraio 2021 ore 07:00

Gli studenti del Novarese protagonisti del progetto Diderot promosso dalla Fondazione Crt sui temi dell’imprenditorialità e del mondo dei videogiochi.

Ieri gli studenti della provincia si sono confrontati con il mondo dei videogiochi

Come nasce un videogioco? Ieri, lunedì 8 febbraio, oltre 90 studenti della provincia di Novara sono andati a “scuola” di videogame industry con il progetto Diderot di Fondazione CRT. Processo creativo, marketing, implicazioni etiche, “game addiction” sono stati gli argomenti affrontati dalle classi iscritte alla linea didattica “Rendere possibile un’impresa … impossibile” del progetto di Fondazione Crt rivolto a tutte le scuole del Piemonte e della Valle d’Aosta. In provincia di Novara sono più di 90 i ragazzi che partecipano agli incontri previsti l’8 febbraio presso l’ITI L. da Vinci.

Un progetto ambizioso

Il percorso formativo – che prevede la possibilità di attivare gli incontri in modalità didattica a distanza – è realizzato in collaborazione con la Cooperativa Pandora per stimolare lo spirito imprenditoriale dei più giovani, ed è ideato da Mario Acampa, attore, regista e autore. I ragazzi sono quindi coinvolti in vere e proprie lezioni-spettacolo curate da tre divulgatori: Matteo Macchio, Viviana Laura Pinto e Jessica Redeghieri. Gli studenti si confrontano con casi studio, analizzeranno la catena del valore, scoprono le principali aziende produttrici di videogiochi e possono trasformarsi in veri e propri influencer in grado di valutare e promuovere i prodotti dell’intrattenimento. Riflettono sul mondo del gaming in ottica economica e di marketing, ripercorrendo esempi che hanno rivoluzionato l’industria dell’intrattenimento, sempre più in crescita. Non manca anche un focus su temi “caldi” legati ai videogiochi: dai possibili messaggi discriminatori alla sostenibilità.

Un metodo innovativo

Il Progetto Diderot della Fondazione CRT, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del Piemonte e della Valle d’Aosta, porta in classe discipline non curricolari e, nello stesso tempo, approfondisce materie tradizionali con metodologie innovative: dalla matematica alla tutela della salute e dell’ambiente, dalla prevenzione alle dipendenze all’astronomia. La partecipazione è gratuita per tutte le scuole. Giunto alla quindicesima edizione, quest’anno il progetto ha superato le 80.000 iscrizioni.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli