Sport

A Mantova tante emozioni e tre punti preziosissimi per il Novara

A Mantova tante emozioni e tre punti preziosissimi per il Novara
Sport 11 Aprile 2015 ore 19:38

Un gol di Felice Evacuo a cinque minuti dalla fine regala tre preziosissimi punti al Novara che batte i padroni di casa per 1-2, espugnando lo stadio “Martelli” di Mantova. Una partita non bella, ma ricca di emozioni e colpi di scena, che ha fatto trepidare i sostenitori azzurri fino alla fine. Dopo un avvio di marca virgiliana gli azzurri avevano iniziato a farsi pericolosi sciupando al 9’ una clamorosa occasione con Della Rocca. La punta riceveva palla sul secondo palo da Gonzalez ma calciava incredibilmente a lato. Il Novara trovava però il vantaggio al 24’ con Gonzalez che conquistata palla si involava sulla fascia, scambiava palla con Faragò che gliela restituiva. L’argentino in velocità entrato in area faceva partire un tiro di sinistro che batteva il portiere avversario Zima. La squadra di Toscano aveva il demerito di non raddoppiare e chiudere la partita e così al 48’, a pochi secondi dalla fine dei tre minuti di recupero Raggio Garibaldi centrava il pareggio, sfruttando un cross di Pondaco con un tiro che non lasciava scampo a Tozzo.

Un gol di Felice Evacuo a cinque minuti dalla fine regala tre preziosissimi punti al Novara che batte i padroni di casa per 1-2, espugnando lo stadio “Martelli” di Mantova. Una partita non bella, ma ricca di emozioni e colpi di scena, che ha fatto trepidare i sostenitori azzurri fino alla fine. Dopo un avvio di marca virgiliana gli azzurri avevano iniziato a farsi pericolosi sciupando al 9’ una clamorosa occasione con Della Rocca. La punta riceveva palla sul secondo palo da Gonzalez ma calciava incredibilmente a lato. Il Novara trovava però il vantaggio al 24’ con Gonzalez che conquistata palla si involava sulla fascia, scambiava palla con Faragò che gliela restituiva. L’argentino in velocità entrato in area faceva partire un tiro di sinistro che batteva il portiere avversario Zima. La squadra di Toscano aveva il demerito di non raddoppiare e chiudere la partita e così al 48’, a pochi secondi dalla fine dei tre minuti di recupero Raggio Garibaldi centrava il pareggio, sfruttando un cross di Pondaco con un tiro che non lasciava scampo a Tozzo.

Nella ripresa la giostra di emozioni continuava. All’11’ un difensore virgiliano svirgolava la palla che arrivava a Gonzalez pronto ad involarsi verso la porta avversaria. Il portiere Zima lo stendeva e l’arbitro decretava rigore ed espulsione dell’estremo difensore mantovano. Corazza, però si faceva parare il rigore dal neo entrato Festa. Anche in inferiorità numerica il Mantova non rinunciava ad attaccare e gli azzurri, tutti sbilanciati in avanti alla ricerca della vittoria, rischiavano in qualche occasione. Poi a cinque minuti dal termine Evacuo sull’assist di Garofalo colpiva di testa sul secondo palo, e la palla era imprendibile per Festa. Un gol con protagonisti due giocatori entrambi entrati dalla panchina e rivelatisi decisivi. L’immagine finale di tutti i giocatori novaresi in mezzo al campo che continuavano ad abbracciarsi è sintomatico di quanto fosse sentita questa gara che mantiene gli azzurri al vertice in attesa delle decisioni della giustizia sportiva.

m.d.