Sport

Ciclistica Castellettese si allena in piazzale Cosio

Per l'associazione una lenta ripresa e un ritorno alla normalità

Ciclistica Castellettese si allena in piazzale Cosio
Arona, 13 Luglio 2020 ore 10:18

Ciclistica Castellettese ha dato il via agli allenamenti ottenendo dall’Amministrazione il permesso di utilizzare l’area di piazzale Cosio.

Ciclistica Castellettese: al via gli allenamenti

Cercano un ritorno alla normalità i ragazzi della Ciclistica Castellettese, che mercoledì 8 luglio hanno ricominciato ufficialmente gli allenamenti. “Da mesi i nostri giovani atleti si allenavano sui rulli – spiega la presidente della Ciclistica Gabriella Ambrosi – ma a questo punto non ne potevano veramente più. Fortunatamente grazie a un accordo stipulato con il Comune abbiamo ottenuto il permesso di ritrovarci tutti i lunedì e i mercoledì in piazzale Cosio, nel parcheggio delle scuole, per un allenamento collettivo dalle 17 alle 19. Fino a fine agosto continueremo così ed è stato bellissimo riuscire a trovarci tutti insieme in un unico luogo per fare ciò che amiamo di più”.

Ci si muove anche in vista della ripresa delle gare

“I genitori accompagnano i ragazzi e li affidano a noi prima di andare per evitare assembramenti – prosegue Ambrosi – All’ingresso della pista da allenamento proviamo a ciascuno la febbre, tenendo la situazione monitorata giorno per giorno». Ma la società ha deciso di muoversi anche sul fronte agonistico vero e proprio. Se tutte le gare sono attualmente in standby, a causa delle regole particolarmente rigide stabilite dal Governo, i volontari della Castellettese non hanno alcuna intenzione di fermarsi. «La nostra volontà – continua infatti la presidente Ambrosi – è quella di organizzare più avanti tre gare. Abbiamo contattato il responsabile del circuito dei go kart, la Pista Azzurra di Borgo Ticino, e il riscontro è stato positivo. Le famiglie sono entusiaste, speriamo di poter ricominciare a fare sport come piace a noi”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità