Sport
Champions League

Igor Volley nella storia: campione d'Europa!

Schianta (3-1) l'Imoco Conegliano nella finale tutta italia di Berlino.

Igor Volley nella storia: campione d'Europa!
Sport Novara, 18 Maggio 2019 ore 18:10

L'Igor Volley è campione d'Europa! Nella finale tutta italiana di Berlino piega l'Imoco Conegliano per 3-1 e regala alla città di Novara la prima Champions League della sua storia (nelle foto di Marco Sartori).

Partenza a razzo: l'Igor vince i primi due set

La Igor sorprende le fresche campionesse d'Italia in carica e prende subito il largo (6-0), tenendo sempre in mano il pallino della frazione. Conegliano è in balia delle azzurre e non riesce a rialzarsi: l'americana Bartsch mette a terra il punto del 25-18 che porta la squadra di Barbolini sull'1-0. Una bella mazzata per l'Imoco, che continua ad avere problemi anche nel secondo set sotto i colpi della Egonu: le azzurre si portano sull'8-6 e poi sul 16-11. Le venete non riescono a ricucire e crollano (25-17).

Egonu vittoria
Foto 1 di 7
tifosi igor
Foto 2 di 7
punto primo set
Foto 3 di 7

Il punto decisivo del primo set (foto Marco Sartori)

punto finale secondo set
Foto 4 di 7
Igor Volley: le immagini di una giornata storica (foto Marco Sartori)
Foto 5 di 7

Igor Volley: le immagini di una giornata storica (foto Marco Sartori)

Igor Volley: le immagini di una giornata storica (foto Marco Sartori)

Igor Volley
Foto 6 di 7
IMG-20190518-WA0010
Foto 7 di 7

Conegliano non si arrende e riapre i giochi

Con le spalle al muro Conegliano è costretta a giocarsi il tutto per tutto nel terzo set. Una reazione d'orgoglio per le ragazze di Santarelli, che si avvantaggiano dopo una fase iniziale di equilibrio: dall'8-5 si passa in men che non si dica al 16-8 e poi al 21-11.  La Imoco non concede più nulla e chiude 25-14.

Egonu regala la vittoria più bella

La quarta frazione è al cardiopalma. Con continui capovolgimenti di fronte. Primo scatto Igor (8-4), poi reazione Imoco (14-16). Si va avanti punto a punto, ma la difesa delle novaresi e i colpi di Bartsch scavano il solco. Primo match point per le azzurre sul 24-21, annullato dalle giallonere, ma al secondo tentativo Egonu non sbaglia: 25-22 e la panchina esplode. E alla Schmelling Arena è festa grande per i 500 novaresi.
Paolo De Luca

Seguici sui nostri canali