Mondiale per club

Igor Volley: niente miracolo in semifinale

Le novaresi si arrendono (3-2) all’Eczacibasi Istanbul e non raggiungono Conegliano in finale.

Igor Volley: niente miracolo in semifinale
Novara, 07 Dicembre 2019 ore 16:44

Igor Volley: niente miracolo in semifinale. Le novaresi si arrendono (3-2) all’Eczacibasi Istanbul nel penultimo atto del Mondiale per Club in Cina.

Senza Veljkovic le azzurre lottano e si arrendono 15-13 al quinto set

Non ce la fa a fare l’ennesimo miracolo proprio per un pelo una indomita Igor Novara che nella semifinale del Mondiale Club deve cedere il passo e la finalissima all’Eczacibasi Istanbul (nella foto da fivb.com), che la sconfigge 15-13 al 5° set dopo oltre due ore di battaglia sportiva. Ma giù il cappello alla squadra di Barbolini per quello che ha fatto. Novara, senza Veljkovic infortunata e sostituita da Valentina Arrighetti, ha messo tutto quello che aveva, ha sofferto per lunghi tratti la superiorità dello squadrone turco delle stelle Boskovic, Kim e Natalia, ma ha saputo reagire sempre alle avversità, rimettendosi in carreggiata, recuperando lo 0-1 e l’1-2 con grande carattere e portando all’ennesimo tie break del suo Mondiale la possibilità di fare un’altra impresa. Impresa che questa volta non è arrivata per due palloni, quelli finali di un 5° set giocato con caparbietà e tenuto in bilico fino al 13 pari.

Sansonna sontuosa, Brakocevic e Chirichella trascinatrici

Nella giornata in cui Hancocok ha avuto poche scelte in uscita dalle difese di una sontuosa Sansonna, alla sua migliore prestazione di altissima qualità, per il contrattacco viste le difficoltà a turno di Vasileva e soprattutto Courtney, alla conferma di una Brakocevic, ancora in gran spolvero (26 punti) si è aggiunta una prova molto positiva della capitana Chirichella che soprattutto a muro è riuscita a far vedere i sorci verdi alle attaccanti nero arancio fino alla fine.

Nel primo set la battuta delle turche mette in difficoltà la ricezione

Il primo set ha vissuto sulla qualità della battuta delle turche che hanno subito messo in difficoltà la ricezione novarese e di conseguenza il suo gioco d’attacco. la qualità di Boskovic e della coreana Kim fanno la differenza e Novara non sa stare al passo, forza delle scelte e cade in errore. L’Eczacibasi dal +2 (12-14) sale di prepotenza a +6 (13-19) arrivando al set point con 8 lunghezze (16-24). Le azzurre, in maglia bianco fucsia, hanno qui un sussulto, infilano un bel 5-0 che però non basta per rientrare e le turche chiudono alla fine 21-25.

Novara cresce nel secondo set: un muro di Courtney rimette tutto in equilibrio

Nel secondo Chirichella con 2 punti consecutivi fa vedere che l’Igor c’è; infatti Novara cresce e sale di rendimento; Brakocevic si fa sentire e poi un doppio errore di Natalia e Boskovic portano le novaresi a +6 (13-7). Le avversarie però hanno qualità da vendere e reagiscono tornando sotto fino a -1 (18-17) e poi raggiungono il pareggio con l’ace di Kim sul 21-21. Il finale è serrato; Brakocevic dà il set point che Courtney concretizza con un muro su Natalia (25-23).

Il terzo set è da incubo: l’attacco va in crisi

Il terzo set è da incubo per l’Igor; nel campo novarese non funziona nulla in attacco. Le scelte di Hancock verso le pipe di Vasileva e gli appoggi per Courtney vanno a sbattere sul muro granitico delle turche che dopo l’iniziale 6 pari, scattano via fino al 10-19 del time out di Barbolini. Novara è nella sua rotazione peggiore e deve incassare ancora i muri della neo entrata centrale nero arancio, Arinci, che prende tutto e mette a terra qualsiasi cosa che passa dalle sue parti. L’Igor così deve cedere a 11 la frazione più brutta del suo torneo.

La squadra di Barbolini non si abbatte e allunga la sfida

Ma la squadra non si abbatte; nel quarto set torna in campo come se nulla fosse successo, prende un minimo di vantaggio sul 7-5 con Vasileva e poi Chirichella la fa salire a 13-9 e i due successivi errori di Natalia la fanno allungare fino a 16-11. Però, sul turno di battuta di Boskovic, l’Eczacibasi si riavvicina pericolosamente fino a 19-17 ma non ha fatto i conti con il duo Sansonna-Napodano che fanno gli straordinari in difesa permettendo a Novara di stare avanti, Chirichella, ancora lei, fissa il punto del doppio set point (24-22) a cui segue quello del 2 a 2.

Tie break in bilico fino al 13-13, poi l’Eczacibasi chiude. Domani alle 10 finalina col Vakifbank

Il tie break non parte bene. L’Igor subisce un iniziale 1-4 e poi va al cambio campo sotto 5-8 ma non vuole alzare ancora bandiera bianca; infatti si compatta e va all’aggancio sull’11 pari riaprendo la partita. A braccetto le due squadre arrivano al 13-13 e qui finisce la gara perchè le novaresi si fanno infilare i due punti decisivi. Il Mondiale per le azzurre però non finisce qui perché domani alle 10 torneranno in campo per la finalina per il 3° posto ed affronteranno di nuovo il Vakifbank, battuto dopo 5 set e tanti colpi di scena, dall’Imoco Conegliano che si giocherà il titolo nel match successivo delle 13 con l’Eczacibasi.
a.m.           

IGOR – ECZACIBASI  2 – 3 (21-25/25-23/11-25/25-23/13-15)
Igor: Brakocevic 26, Courtney 7, Vasileva 11, Chirichella 15, Hancock 5, Di Iulio, Sansonna (L), Arrighetti 5, Mlakar 1, Napodano, Gorecka. n.e. Morello, Piacentini, Veljkovic (L). All. Barbolini.
Eczacibasi: Boskovic 31, Guveli 2, Gibbemeyer 10, Baladin 1, Kim 18, Natalia 17, Lloyd 2, Simge (L), Sahin, Arici 9, Gamze. n.e. Buse, Durul, Avci. All. Motta.
Arbitri: Wang (Chn) e Kang (Kor)

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei