Il Giro d’Italia sulle strade novaresi e del Vco

Il Giro d’Italia sulle strade novaresi e del Vco
Sport 09 Maggio 2015 ore 21:26

Una crono squadre in terra ligure aprirà oggi il Giro d'Italia, la cui conclusione è prevista per il 31 a Milano. Quattro tappe in Liguria, la cronometro da Treviso a Valdobbiadene in ricordo di Nani Pinarello, la Marostica-Madonna di Campiglio con arrivo in salita, il Mortirolo nella Pinzolo-Aprica, un veloce sconfinamento in Svizzera. La carovana arriverà sulle strade di casa nostra nella quart'ultima e terz'ultima tappa: Lugano- Verbania il 28 maggio, Gravellona-Cervinia il 29. Il 30 ci sarà la tanto attesa quanto temuta Saint Vincent-Sestriere, il 31 la conclusione con la passerella finale da Torino a Milano. Si ipotizza uno scontro frontale tra il fuoriclasse Alberto Contador e l'astro nascente Fabio Aru, già terzo lo scorso anno. Nibali e Quintana hanno scelto il Tour de France e saranno sostituiti da Rodriguez, Uran, Hesjedal, Maika e qualche altro ancora.

La tappa numero 18 del 28 maggio (giovedì) partirà da Lugano e arriverà a Verbania. Il via da Melide alle 12,55, arrivo a Pallanza (piazza Garibaldi) alle 17,24. Dalla Svizzera si entra in Italia da Porto Ceresio, quindi Varese ed Arona (alle 14,25). Si prosegue lungo la statale del Sempione fino a Stresa (dove ci sarà un traguardo volante), poi Baveno, Feriolo (rifornimento), Gravellona, Mergozzo, lo strappo di Bieno, primo passaggio da Verbania alle 15,15, quindi lago Maggiore fino a Cannero dove s'inizia la salita che da Trarego porta all'inedito Monte Ologno.  Scollinamento alle 16,15, risalita a Piancavallo, picchiata su Intra, Villa Taranto e traguardo finale a Pallanza.

Sandro Bottelli

Leggi tutto sul Giro d’Italia sullo Speciale all’interno del Corriere di Novara di sabato 9 maggio o direttamente sul web 

Una crono squadre in terra ligure aprirà oggi il Giro d'Italia, la cui conclusione è prevista per il 31 a Milano. Quattro tappe in Liguria, la cronometro da Treviso a Valdobbiadene in ricordo di Nani Pinarello, la Marostica-Madonna di Campiglio con arrivo in salita, il Mortirolo nella Pinzolo-Aprica, un veloce sconfinamento in Svizzera. La carovana arriverà sulle strade di casa nostra nella quart'ultima e terz'ultima tappa: Lugano- Verbania il 28 maggio, Gravellona-Cervinia il 29. Il 30 ci sarà la tanto attesa quanto temuta Saint Vincent-Sestriere, il 31 la conclusione con la passerella finale da Torino a Milano. Si ipotizza uno scontro frontale tra il fuoriclasse Alberto Contador e l'astro nascente Fabio Aru, già terzo lo scorso anno. Nibali e Quintana hanno scelto il Tour de France e saranno sostituiti da Rodriguez, Uran, Hesjedal, Maika e qualche altro ancora.

La tappa numero 18 del 28 maggio (giovedì) partirà da Lugano e arriverà a Verbania. Il via da Melide alle 12,55, arrivo a Pallanza (piazza Garibaldi) alle 17,24. Dalla Svizzera si entra in Italia da Porto Ceresio, quindi Varese ed Arona (alle 14,25). Si prosegue lungo la statale del Sempione fino a Stresa (dove ci sarà un traguardo volante), poi Baveno, Feriolo (rifornimento), Gravellona, Mergozzo, lo strappo di Bieno, primo passaggio da Verbania alle 15,15, quindi lago Maggiore fino a Cannero dove s'inizia la salita che da Trarego porta all'inedito Monte Ologno.  Scollinamento alle 16,15, risalita a Piancavallo, picchiata su Intra, Villa Taranto e traguardo finale a Pallanza.

Sandro Bottelli

Leggi tutto sul Giro d’Italia sullo Speciale all’interno del Corriere di Novara di sabato 9 maggio o direttamente sul web