Il Novara batte il Livorno nel recupero

Il Novara batte il Livorno nel recupero
Sport 16 Aprile 2016 ore 22:08

NOVARA – LIVORNO 2– 1

 

 

Novara: Pacini, Garofalo (30’ pt Dickmann)Troest, Mantovani, Faraoni, Faragò, Viola (32’ st Galabinov), Casarini, Gonzalez, Corazza, Lanzafame (11’ st Evacuo). All:Baroni

Livorno: Pinsoglio, Antonini (30’ st Vergara), Ceccherini, Lambrughi, Schiavone, Cazzola, Biagianti, Aramu (10’ st Moscati), Vantaggiato (7’ st Comi), Fedato. All.:Colomba.

 

Marcatori: 8’ pt e 48’ st Faragò, 20’ st Comi

 

Arbitro: Nasca di Bari

 

 

NOVARA – Il Novara conquista all’ultimo minuto di recupero una vittoria preziosissima per sperare nei play-off, superando il Livorno per 2-1. Una doppietta di Faragò manda al tappeto i toscani, autori di una buona prova, che fino all’ultimo hanno fatto soffrire i padroni di casa. Se gli azzurri quest’anno in varie occasioni erano stati puniti nei minuti di recupero questa volta sono stati premiati. Va detto che il Novara spesso quest’anno ha stradominato gare che l’hanno visto poi soccombere o pareggiare alla fine, nonostante le tante occasioni create, contro magari una degli avversari. In questo caso la ruota ha girato in modo diverso. Gli uomini di Baroni, pur non giocando benissimo merito anche di un Livorno ben messo in campo, hanno portato a casa i tre punti. Partenza sprint del Novara con il Livorno che cerca subito di rallentare i ritmi. All’11’ arriva il vantaggio dei padroni di casa. Lancio di Garofalo per Gonzalez che tira ma centra il palo, sulla respinta riprende Lanzafame che pesca bene in area Faragò che da buona posizione tira e segna. Il Novara subito dopo potrebbe raddoppiare sempre con Faragò, ma Pinsoglio para. La reazione del Livorno non si fa attendere e il giovane Pacini, oggi esordiente tra i professionisti, in due occasioni salva il risultato. Partita nervosa con tanti cartellini gialli per le due squadre. Nella ripresa il Novara fatica a imporre il proprio gioco e il Livorno non demorde. Al 20’ arriva il pareggio: Moscati pesca Comi che lasciato libero batte con un diagonale Pacini. La reazione del Novara è confusa e sterile. Al 34’ Emerson, nel tentativo di liberare rischia l’autogol colpendo la traversa di testa. La partita sembra avviata al pareggio e il Livorno resiste. Al 45’ Comi per la seconda volta si fa “pescare” con il gomito alto e  prende la seconda ammonizione con relativo cartellino rosso e espulsione. Sono solo 3’ di recupero ma il Novara ci crede e all’ultimo su tiro di Casarini deviato da un difensore labronico la palla arriva a Faragò che vicinissimo alla porta non sbaglia per la gioia di tutto lo stadio

m.d.

NOVARA – LIVORNO 2– 1

Novara: Pacini, Garofalo (30’ pt Dickmann), Troest, Mantovani, Faraoni, Faragò, Viola (32’ st Galabinov), Casarini, Gonzalez, Corazza, Lanzafame (11’ st Evacuo). All: Baroni

Livorno: Pinsoglio, Antonini (30’ st Vergara), Ceccherini, Lambrughi, Schiavone, Cazzola, Biagianti, Aramu (10’ st Moscati), Vantaggiato (7’ st Comi), Fedato. All.: Colomba. 

Marcatori: 8’ pt e 48’ st Faragò, 20’ st Comi

Arbitro: Nasca di Bari 

NOVARA – Il Novara conquista all’ultimo minuto di recupero una vittoria preziosissima per sperare nei play-off, superando il Livorno per 2-1. Una doppietta di Faragò manda al tappeto i toscani, autori di una buona prova, che fino all’ultimo hanno fatto soffrire i padroni di casa. Se gli azzurri quest’anno in varie occasioni erano stati puniti nei minuti di recupero questa volta sono stati premiati. Va detto che il Novara spesso quest’anno ha stradominato gare che l’hanno visto poi soccombere o pareggiare alla fine, nonostante le tante occasioni create, contro magari una degli avversari. In questo caso la ruota ha girato in modo diverso. Gli uomini di Baroni, pur non giocando benissimo merito anche di un Livorno ben messo in campo, hanno portato a casa i tre punti. Partenza sprint del Novara con il Livorno che cerca subito di rallentare i ritmi. All’11’ arriva il vantaggio dei padroni di casa. Lancio di Garofalo per Gonzalez che tira ma centra il palo, sulla respinta riprende Lanzafame che pesca bene in area Faragò che da buona posizione tira e segna. Il Novara subito dopo potrebbe raddoppiare sempre con Faragò, ma Pinsoglio para. La reazione del Livorno non si fa attendere e il giovane Pacini, oggi esordiente tra i professionisti, in due occasioni salva il risultato. Partita nervosa con tanti cartellini gialli per le due squadre. Nella ripresa il Novara fatica a imporre il proprio gioco e il Livorno non demorde. Al 20’ arriva il pareggio: Moscati pesca Comi che lasciato libero batte con un diagonale Pacini. La reazione del Novara è confusa e sterile. Al 34’ Emerson, nel tentativo di liberare rischia l’autogol colpendo la traversa di testa. La partita sembra avviata al pareggio e il Livorno resiste. Al 45’ Comi per la seconda volta si fa “pescare” con il gomito alto e  prende la seconda ammonizione con relativo cartellino rosso e espulsione. Sono solo 3’ di recupero ma il Novara ci crede e all’ultimo su tiro di Casarini deviato da un difensore labronico la palla arriva a Faragò che vicinissimo alla porta non sbaglia per la gioia di tutto lo stadio

m.d.