Sport

Il Novara cade a Salerno

Il Novara cade a Salerno
Sport 15 Novembre 2015 ore 19:22

SALERNITANA – NOVARA 1 – 0 

Salernitana: Terracciano, Colombo, Empereur, Bernardini, Rossi, Odjer, Moro (20’ st Donnarumma), Bovo, Gabionetta, Coda (29’ st Lanzaro), Milinkovic (1’ st Troianiello. All.:Torrente

Novara: Da Costa, Dickmann, Poli, Troest, Faraoni, Casarini (25’ st Galabinov), Faragò (37’ st Signori), Viola, Gonzalez, Manconi (15’ st Corazza), Evacuo. All: Baroni

Marcatore: 21’ st Donnaruma 

Arbitro: Di Paolo di Avezzano

SALERNO, 15 NOV – Si interrompe la striscia positiva del Novara che a Salerno viene sconfitto per 1-0. Un risultato che per com’è maturato, lascia più di un rammarico. Una partita che poteva tranquillamente anche finire pari ma che ha ancora evidenziato le difficoltà novaresi in zona gol. Gli azzurri hanno iniziato a giocare veramente solo dopo aver subito il gol dei padroni di casa a metà secondo tempo. Fino a quel punto, pur non demeritando, sono sembrati cadere nella trappola predisposta da Torrente, quella di tenere i ritmi bassi e impedire il gioco corto che nelle ultime partire aveva caratterizzato in positivo la squadra di Baroni. Solo subito il gol il Novara ha iniziato macinare gioco creando alcune palle gol ma per l’ennesima volta, imprecisione, sfortuna e i limiti dell’attacco sono ritornati tutti assieme. Fin dalle prime battute i padroni di casa hanno cercato di controllare la gara e gli azzurri si sono adeguati. Il primo tempo non ha fatto registrare azioni clamorose tranne una bella discesa di Manconi lanciato verso la porta avversaria e fermato fallosamente. Nella ripresa la Salernitana alza i ritmi e schiera quattro attaccanti. Sono però gli azzurri ad avere una buona occasione con il neo entrato Corazza che da buona posizione manda a lato con un tiro a giro. Sul capovolgimento di fronte lo stesso Corazza nel tentativo di uscire in contropiede, perde una palla sulla trequarti in un contrasto con Odjer che va al cross e serve Donnaruma (anche lui appena entrato) bravo a colpire di testa e infilare la porta novarese. La reazione del Novara produce diverse occasioni da gol. Prima Galabinov di testa manda fuori di poco, poi lo stesso attaccante bulgaro lanciato verso la porta, sceglie di tirare, ignorando Gonzalez ben piazzato, ma manda sul fondo. Il portiere Terracciano diventa l’eroe della partita quando compie un doppio intervento respingendo un tiro da fuori di Viola e sulla ribattuta mandando in angolo su Galabinov. C’è tempo ancora per un’ultima occasione confusa in area, dove tre giocatori del Novara mancano la deviazione decisiva e poi arriva il fischio finale. Sabato al “Piola” sarà di scena lo Spezia. Mancherà Viola che era in diffida e, causa ammonizione, sarà squalificato.

m.d.

 

SALERNITANA – NOVARA 1 – 0 

Salernitana: Terracciano, Colombo, Empereur, Bernardini, Rossi, Odjer, Moro (20’ st Donnarumma), Bovo, Gabionetta, Coda (29’ st Lanzaro), Milinkovic (1’ st Troianiello. All.:Torrente

Novara: Da Costa, Dickmann, Poli, Troest, Faraoni, Casarini (25’ st Galabinov), Faragò (37’ st Signori), Viola, Gonzalez, Manconi (15’ st Corazza), Evacuo. All: Baroni

Marcatore: 21’ st Donnaruma 

Arbitro: Di Paolo di Avezzano

SALERNO, 15 NOV – Si interrompe la striscia positiva del Novara che a Salerno viene sconfitto per 1-0. Un risultato che per com’è maturato, lascia più di un rammarico. Una partita che poteva tranquillamente anche finire pari ma che ha ancora evidenziato le difficoltà novaresi in zona gol. Gli azzurri hanno iniziato a giocare veramente solo dopo aver subito il gol dei padroni di casa a metà secondo tempo. Fino a quel punto, pur non demeritando, sono sembrati cadere nella trappola predisposta da Torrente, quella di tenere i ritmi bassi e impedire il gioco corto che nelle ultime partire aveva caratterizzato in positivo la squadra di Baroni. Solo subito il gol il Novara ha iniziato macinare gioco creando alcune palle gol ma per l’ennesima volta, imprecisione, sfortuna e i limiti dell’attacco sono ritornati tutti assieme. Fin dalle prime battute i padroni di casa hanno cercato di controllare la gara e gli azzurri si sono adeguati. Il primo tempo non ha fatto registrare azioni clamorose tranne una bella discesa di Manconi lanciato verso la porta avversaria e fermato fallosamente. Nella ripresa la Salernitana alza i ritmi e schiera quattro attaccanti. Sono però gli azzurri ad avere una buona occasione con il neo entrato Corazza che da buona posizione manda a lato con un tiro a giro. Sul capovolgimento di fronte lo stesso Corazza nel tentativo di uscire in contropiede, perde una palla sulla trequarti in un contrasto con Odjer che va al cross e serve Donnaruma (anche lui appena entrato) bravo a colpire di testa e infilare la porta novarese. La reazione del Novara produce diverse occasioni da gol. Prima Galabinov di testa manda fuori di poco, poi lo stesso attaccante bulgaro lanciato verso la porta, sceglie di tirare, ignorando Gonzalez ben piazzato, ma manda sul fondo. Il portiere Terracciano diventa l’eroe della partita quando compie un doppio intervento respingendo un tiro da fuori di Viola e sulla ribattuta mandando in angolo su Galabinov. C’è tempo ancora per un’ultima occasione confusa in area, dove tre giocatori del Novara mancano la deviazione decisiva e poi arriva il fischio finale. Sabato al “Piola” sarà di scena lo Spezia. Mancherà Viola che era in diffida e, causa ammonizione, sarà squalificato.

m.d.