Il Novara crolla anche a Terni

Il Novara crolla anche a Terni
Sport 03 Ottobre 2015 ore 21:10

Terni – Il Novara cade anche va Terni dopo una gara dove gli azzurri hanno creato occasioni ma non hanno saputo concretizzarle, dimostrando mancanza di lucidità in attacco, concretezza e cinismo. La Ternana invece ha saputo concretizzare al meglio le occasioni avute e con un micidiale uno-due nel giorno di due minuti ha realizzato le reti che hanno deciso l’incontro. Il Novara era sceso in campo per prima volta con tutti i nuovi acquisti, schierandosi con occasioni il classico 4-3-3 di mister Baroni. 
La squadra sembra dare l’impressione di creare gioco e Rodriguez e Gonzalez sbagliano due belle occasioni per passare in vantaggio. Primo tempo equilibrato con leggera prevalenza azzurra. Nella ripresa a metà gara arriva la “doccia fredda”. I padroni di casa approfittano di una ripartenza e Furlan serve al centro Falletti, che controlla e supera Da Costa sul secondo palo. Non c’è tempo per reagire perché arriva il raddoppio. Avenatti ruba palla a Galabinov e serve Ceravolo, che evita Poli e batte Da Costa. 
Il Novara cerca di riordinare le idee e la reazione azzurra porta a un tiro di Gonzalez che il portiere rossoverde Mazzoni manda sul palo e a una punizione calciata da Viola che centra l’incrocio dei pali, con Vitale che sulla linea di testa salva. Prima vittoria per la Ternana e terza sconfitta per il Novara. Sabato gli azzurri saranno in trasferta a Vercelli per il derby. Una partita fondamentale per tanti aspetti. La posizione di mister Baroni si fa difficile. Se a fine gara si è dichiarato ottimista affermando che la squadra è con lui, il direttore sportivo Teti ha confermato la fiducia della società all’allenatore. I tifosi sembrano invece contestare. Da monitorare la situazione nelle prossime ore per capire se si proseguirà con Baroni oppure si cambierà.

Terni – Il Novara cade anche va Terni dopo una gara dove gli azzurri hanno creato occasioni ma non hanno saputo concretizzarle, dimostrando mancanza di lucidità in attacco, concretezza e cinismo. La Ternana invece ha saputo concretizzare al meglio le occasioni avute e con un micidiale uno-due nel giorno di due minuti ha realizzato le reti che hanno deciso l’incontro. Il Novara era sceso in campo per prima volta con tutti i nuovi acquisti, schierandosi con occasioni il classico 4-3-3 di mister Baroni.
La squadra sembra dare l’impressione di creare gioco e Rodriguez e Gonzalez sbagliano due belle occasioni per passare in vantaggio. Primo tempo equilibrato con leggera prevalenza azzurra. Nella ripresa a metà gara arriva la “doccia fredda”. I padroni di casa approfittano di una ripartenza e Furlan serve al centro Falletti, che controlla e supera Da Costa sul secondo palo. Non c’è tempo per reagire perché arriva il raddoppio. Avenatti ruba palla a Galabinov e serve Ceravolo, che evita Poli e batte Da Costa.
Il Novara cerca di riordinare le idee e la reazione azzurra porta a un tiro di Gonzalez che il portiere rossoverde Mazzoni manda sul palo e a una punizione calciata da Viola che centra l’incrocio dei pali, con Vitale che sulla linea di testa salva. Prima vittoria per la Ternana e terza sconfitta per il Novara. Sabato gli azzurri saranno in trasferta a Vercelli per il derby. Una partita fondamentale per tanti aspetti. La posizione di mister Baroni si fa difficile. Se a fine gara si è dichiarato ottimista affermando che la squadra è con lui, il direttore sportivo Teti ha confermato la fiducia della società all’allenatore. I tifosi sembrano invece contestare. Da monitorare la situazione nelle prossime ore per capire se si proseguirà con Baroni oppure si cambierà.

TERNANA - NOVARA 2- 0

TERNANA: Mazzoni, Zanon, Gonzalez, Vitale, Masi, Furlan, Zampa, Signorelli (9’ st Busellato), Belloni (10’ st Falletti), Avenatti, Ceravolo (27’ st Grossi). All.: Breda.

NOVARA: Da Costa, Faraoni, Poli, Troest, Dell'Orco, Viola, Casarini, Signori (35’ st Corazza), Gonzalez, Galabinov (37' st Evacuo), Rodriguez (25’ st Manconi). All.: Baroni.

Marcatori: 22’ st Faletti, 24’ st Ceravolo

Arbitro: Nasca di Bari