Menu
Cerca
Calcio serie C

Il Novara fa quadrato: «Uniti per uscire dalla crisi»

Alla vigilia della partenza per Grosseto tutte le componenti hanno voluto mandare un messaggio alla piazza.

Il Novara fa quadrato: «Uniti per uscire dalla crisi»
Sport Novara, 05 Dicembre 2020 ore 07:19

Il Novara Calcio fa quadrato: prima della partenza per Grosseto il direttore sportivo Orlando Urbano e e Pablo Andres Gonzalez, in rappresentanza della squadra, hanno affiancato il tecnico Michele Marcolini nella consueta conferenza stampa pre-partita.

Il d.s. Urbano: «Un segnale importante dalla squadra, ma ora dalle parole bisogna passare ai fatti»

Un’idea partita dai calciatori per rafforzare l’unità di intenti in un momento particolare: «Sono contento che la squadra abbia voluto dare questo segnale in un momento così delicato – commenta Urbano – Siamo consapevoli della settimana importante che ci aspetta e vogliamo rafforzare ancora di più la compattezza del gruppo squadra, consapevoli che dalle parole bisogna passare ai fatti».

Gonzalez porta il messaggio della squadra: «Noi i primi responsabili, siamo uniti e ce la stiamo mettendo tutta»

Un messaggio chiaro: «Volevamo dare questa immagine all’esterno – sottolinea Gonzalez – I primi responsabili siamo noi, mister e direttore ci danno una grossa mano. Siamo uniti, i risultati non arrivano ma ai tifosi diciamo che ce la stiamo mettendo tutta per uscire da questa situazione. Sarà un’altra guerra e speriamo di fare risultato».

Mister Marcolini: «Non possiamo piangerci addosso, tutto passa dalle nostre mani»

L’allenatore è apparso quasi sorpreso da questo fuori programma: «Non lo sapevo, ma è stata una piacevole iniziativa – ha ammesso Marcolini – Di certo, non posso lamentarmi dell’attenzione che mi danno questi giocatori, il lavoro e l’applicazione ci sono sempre stati. Le parole di Pablo non possono che rendermi ancora più legato a questa realtà».
La squadra è riuscita ad allenarsi anche sotto la neve, dopo che metà campo è stata liberata. Lo staff di Marcolini ha insistito su pressing e intensità, ma anche sull’aspetto psicologico: «La classifica non ci piace, però non può essere un peso – aggiunge il tecnico azzurro – Questa non è una squadra di ragazzini, ma in determinati momenti pensa troppo al gesto che bisogna fare in campo. Sono inc… per i risultati, di certo non possiamo permetterci di piangerci addosso ma migliorare la situazione attuale. Tutto passa dalle nostre mani, in queste tre partite dovremo andare a cercare il massimo».

Nel 4-3-3 confermato Firenze al posto dell’indisponibile Buzzegoli, in attacco nuova chance per Zigoni?

Dopo l’allenamento di sabato mattina, la squadra attenderà l’esito dei tamponi prima della partenza per Grosseto. Resteranno a casa Buzzegoli, Piscitella, Mbaye, Hrkac e Colombini. Proprio al posto del capitano, che non ha un omologo nel ruolo di play di centrocampo, dovrebbe essere confermato Marco Firenze («credo possa farlo, ha corsa e fisicità», aggiunge Marcolini) con Schiavi e Bianchi al suo fianco. Il modulo sarà ancora il 4-3-3: Panico e Gonzalez saranno gli esterni d’attacco, mentre Zigoni è favorito su Lanini come punta centrale.
p.d.l.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli