Sport

Il Novara soffre a Como

Il Novara soffre a Como
Sport 13 Febbraio 2016 ore 19:16

COMO - NOVARA 1 - 1

COMO: Scuffet, Brillante, Casasola, Giosa, Marconi, Barella, Fietta, Basha (11’ st Ghezzal), Bessa, Ganz (45’ st Cristiani), Pettinari (43’ st Gerardi). All.: Festa

NOVARA: Da Costa, Garofalo, Dall’Orco, Troest, Faraoni (13’ st Gonzales), Dickmann, Viola, Casarini, Nadarevic, Lanzafame (33’ st Gonzales), Evacuo (24’ st Galabinov). All.: Baroni. 

Marcatori: 31’ st Ganz, 36’ st Galabinov

Arbitro: Di Paolo di Avezzano

Novara – Soffre il Novara a Como, squadra che, come all’andata, riesce a non far giocare gli uomini di Baroni, e porta a casa un pareggio che per come si era messa la partita è quanto mai prezioso. I Lariani, unica squadra a pareggiare sul campo della capolista Cagliari e in serie positiva da sei partite hanno dimostrato il loro ottimo periodo sfoderando grinta e condizione atletica. Il Novara pur non giocando bene, costretto ad affidarsi ai lanci lunghi, alla fine può consolarsi per il fatto che alla fine (nonostante la giornata negativa) sono comunque state sette le palle gol, ma soprattutto per avere, per la prima volta quest’anno, recuperato dopo essere andato in svantaggio. Gli azzurri nel primo tempo sembrano un po’ frenati e pur accettando i ritmi imposti dai padroni di casa non crea gioco. Portieri inoperosi e solo negli ultimi minuti si registra la prima occasione che è per il Como. La ripresa vede la partenza a mille dei padroni di casa che mettono alle corde la difesa ospite ma è il Novara al 18’ ad avere un’occasione clamorosa con Nadarevic lanciato a rete ma il suo tiro trova la deviazione di un difensore. Qualche minuto dopo Lanzafame di testa manda sul fondo. Alla mezz’ora arriva il gol del vantaggio comasco con Ganza che di testa sfrutta un cross di Brillante. Incassato lo svantaggio il Novara reagisce e al 36’ trova il pareggio con Galabinov che è bravo a controllare un lancio di Buzzegoli e anticipando il difensore infila il portiere avversario. Entrambe le squadre vogliono vincere e al 41’ il Novara su punizione centra la traversa con un tiro di Viola. In peno recupero l’errore è Da Costa che para su una rovesciata in area di Gerardi.

m.d.

COMO - NOVARA 1 - 1

COMO: Scuffet, Brillante, Casasola, Giosa, Marconi, Barella, Fietta, Basha (11’ st Ghezzal), Bessa, Ganz (45’ st Cristiani), Pettinari (43’ st Gerardi). All.: Festa

NOVARA: Da Costa, Garofalo, Dall’Orco, Troest, Faraoni (13’ st Gonzales), Dickmann, Viola, Casarini, Nadarevic, Lanzafame (33’ st Gonzales), Evacuo (24’ st Galabinov). All.: Baroni.

Marcatori: 31’ st Ganz, 36’ st Galabinov

Arbitro: Di Paolo di Avezzano

Novara – Soffre il Novara a Como, squadra che, come all’andata, riesce a non far giocare gli uomini di Baroni, e porta a casa un pareggio che per come si era messa la partita è quanto mai prezioso. I Lariani, unica squadra a pareggiare sul campo della capolista Cagliari e in serie positiva da sei partite hanno dimostrato il loro ottimo periodo sfoderando grinta e condizione atletica. Il Novara pur non giocando bene, costretto ad affidarsi ai lanci lunghi, alla fine può consolarsi per il fatto che alla fine (nonostante la giornata negativa) sono comunque state sette le palle gol, ma soprattutto per avere, per la prima volta quest’anno, recuperato dopo essere andato in svantaggio. Gli azzurri nel primo tempo sembrano un po’ frenati e pur accettando i ritmi imposti dai padroni di casa non crea gioco. Portieri inoperosi e solo negli ultimi minuti si registra la prima occasione che è per il Como. La ripresa vede la partenza a mille dei padroni di casa che mettono alle corde la difesa ospite ma è il Novara al 18’ ad avere un’occasione clamorosa con Nadarevic lanciato a rete ma il suo tiro trova la deviazione di un difensore. Qualche minuto dopo Lanzafame di testa manda sul fondo. Alla mezz’ora arriva il gol del vantaggio comasco con Ganza che di testa sfrutta un cross di Brillante. Incassato lo svantaggio il Novara reagisce e al 36’ trova il pareggio con Galabinov che è bravo a controllare un lancio di Buzzegoli e anticipando il difensore infila il portiere avversario. Entrambe le squadre vogliono vincere e al 41’ il Novara su punizione centra la traversa con un tiro di Viola. In peno recupero l’errore è Da Costa che para su una rovesciata in area di Gerardi.

m.d.

Seguici sui nostri canali