Sport

In 2.000 alla Mezzamaratona di San Gaudenzio

In 2.000 alla Mezzamaratona di San Gaudenzio
Sport 25 Gennaio 2016 ore 02:29

NOVARA  - Sono stati circa 2.000 i podisti iscritti alla ventesima Mezzamaratona di San Gaudenzio svoltasi ieri, 24 gennaio, con partenza e arrivo in viale Kennedy davanti al Pala ”Dal Lago” di Novara, per l'organizzazione del Deejay Running Team di Alessandro Negri in collaborazione con Uisp e Comune di Novara.

L'edizione 2016 porta ancora la firma del comasco Michele Belluschi (Daini Carate Brianza) capace di aggiudicarsi la gara sui “classici”21,097 km per la terza volta consecutiva. Belluschi, già primo in viale Kennedy nel 2014 e nel 2015, quest'anno è passato sotto l'arco del traguardo di 1.06'.26”. Tenendo una media di 3'2”/3'3” al km è andato in fuga intorno all'11 km, seminando il marocchino Maamari El Madhi (Atletica Palzola) alla fine secondo in 1.10'.05”. A completare il podio maschile un altro alfiere dell'Atletica Palzola, il thriatleta Andrea Secchiero “azzurrabile” per le prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro. Secchiero ha concluso in 1.10'.15''. 

Tra le donne ha esultato Sarah L'Epee, portacolori dell'Atletica Settimese (terza lo scorso anno) che ha fermato il cronometro su 1.21'.47”. L'Epee è stata imprendibile per Erika Bagatin (Maratonina Udinese), seconda in 1.22.34” e per Nives Carobbio (Runners Bergamo), terza in 1.22'.44''. 

Tante le iniziative a corollario della gara: circa 700 runners hanno preso parte al percorso non competitivo sui 10 km, tra loro anche il sindaco di Novara Andrea Ballarè e la consigliera provinciale Emanuela Allegra. Altre 150 persone hanno partecipato al minigiro di 1.5 km per bambini e famiglie. 

Non è mancata l'attenzione al sociale. Grazie alla sezione Nord Ovest dell'Associazione Maratonabili di Torino alcuni atleti disabili hanno potuto completare il percorso sulle loro carrozzine aiutati dai rispettivi “spingitori”. Un euro per ogni iscritto alla “mezza” è inoltre andato al Cesvi per il sostegno della Casa del Sorriso nella Repubblica del Congo. 

Filippo Bezio

NOVARA  - Sono stati circa 2.000 i podisti iscritti alla ventesima Mezzamaratona di San Gaudenzio svoltasi ieri, 24 gennaio, con partenza e arrivo in viale Kennedy davanti al Pala ”Dal Lago” di Novara, per l'organizzazione del Deejay Running Team di Alessandro Negri in collaborazione con Uisp e Comune di Novara.

L'edizione 2016 porta ancora la firma del comasco Michele Belluschi (Daini Carate Brianza) capace di aggiudicarsi la gara sui “classici”21,097 km per la terza volta consecutiva. Belluschi, già primo in viale Kennedy nel 2014 e nel 2015, quest'anno è passato sotto l'arco del traguardo di 1.06'.26”. Tenendo una media di 3'2”/3'3” al km è andato in fuga intorno all'11 km, seminando il marocchino Maamari El Madhi (Atletica Palzola) alla fine secondo in 1.10'.05”. A completare il podio maschile un altro alfiere dell'Atletica Palzola, il thriatleta Andrea Secchiero “azzurrabile” per le prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro. Secchiero ha concluso in 1.10'.15''. 

Tra le donne ha esultato Sarah L'Epee, portacolori dell'Atletica Settimese (terza lo scorso anno) che ha fermato il cronometro su 1.21'.47”. L'Epee è stata imprendibile per Erika Bagatin (Maratonina Udinese), seconda in 1.22.34” e per Nives Carobbio (Runners Bergamo), terza in 1.22'.44''. 

Tante le iniziative a corollario della gara: circa 700 runners hanno preso parte al percorso non competitivo sui 10 km, tra loro anche il sindaco di Novara Andrea Ballarè e la consigliera provinciale Emanuela Allegra. Altre 150 persone hanno partecipato al minigiro di 1.5 km per bambini e famiglie. 

Non è mancata l'attenzione al sociale. Grazie alla sezione Nord Ovest dell'Associazione Maratonabili di Torino alcuni atleti disabili hanno potuto completare il percorso sulle loro carrozzine aiutati dai rispettivi “spingitori”. Un euro per ogni iscritto alla “mezza” è inoltre andato al Cesvi per il sostegno della Casa del Sorriso nella Repubblica del Congo. 

Filippo Bezio

 

Seguici sui nostri canali