Sport

L’ex Sporting si chiamerà PalaIgor

L’ex Sporting si chiamerà PalaIgor
Sport 08 Ottobre 2015 ore 15:54

NOVARA - Da Sporting Palace a PalaIgor Gorgonzola. Per i prossimi tre anni l’impianto del Terdoppio recherà il nome dell’azienda novarese  nonchè  sponsor principale della maggiore  squadra di pallavolo cittadina. Una svolta quasi epocale per una struttura che, fin dalla sua nascita, non ha mai avuto un marchio di sponsorizzazione. Il bando del Comune di Novara è stato assegnato venerdì scorso alla famiglia Leonardi, che ha presentato l’unica offerta.

Ma cosa comporterà in sostanza questa sponsorizzazione? Oltre  ad un ritorno di immagine a livello internazionale per la Igor, non solo per le proprie imprese sportive (quest’anno la squadra di Pedullà giocherà in Champions League), con la posa dei led luminosi all’esterno e all’interno della struttura, porterà  indubbi benefici alle casse comunali.

Infatti, il bando è servito alla necessità che l’Amministrazione guidata da Andrea Ballarè aveva di aumentare la capienza del Palasport di 500 posti, portandola da 3.500 a circa 4.000, in vista dei prossimi campionati del mondo di pattinaggio, che com’è noto si disputeranno a Novara nel 2016. 

L’operazione consentirà di installare nuove tribune mobili, che saranno esclusivamente a carico dello sponsor: stiamo parlando di un costo di 130.000 euro.  Inoltre, la Igor verserà un canone annuale di 75.000 euro  per il prossimo triennio, somma che verrà reinvestita dal Comune per finanziare le opere di manutenzione dell’impianto.

Grande soddisfazione è stata espressa da entrambe le parti. L’investimento di una delle principali aziende della città servirà a portare un brand prettamente novarese, qual è il gorgonzola, sulla ribalta internazionale. Un processo che servirà, dunque, a valorizzare il territorio e le sue eccellenze. Lo sponsor, altresì, si garantisce l’utilizzo gratuito di un impianto per un numero di ore significativo, da utilizzare per partite, allenamenti e manifestazioni, risolvendo una volta per tutte una problematica emersa nel passato.

 Paolo De Luca

NOVARA - Da Sporting Palace a PalaIgor Gorgonzola. Per i prossimi tre anni l’impianto del Terdoppio recherà il nome dell’azienda novarese  nonchè  sponsor principale della maggiore  squadra di pallavolo cittadina. Una svolta quasi epocale per una struttura che, fin dalla sua nascita, non ha mai avuto un marchio di sponsorizzazione. Il bando del Comune di Novara è stato assegnato venerdì scorso alla famiglia Leonardi, che ha presentato l’unica offerta.

Ma cosa comporterà in sostanza questa sponsorizzazione? Oltre  ad un ritorno di immagine a livello internazionale per la Igor, non solo per le proprie imprese sportive (quest’anno la squadra di Pedullà giocherà in Champions League), con la posa dei led luminosi all’esterno e all’interno della struttura, porterà  indubbi benefici alle casse comunali.

Infatti, il bando è servito alla necessità che l’Amministrazione guidata da Andrea Ballarè aveva di aumentare la capienza del Palasport di 500 posti, portandola da 3.500 a circa 4.000, in vista dei prossimi campionati del mondo di pattinaggio, che com’è noto si disputeranno a Novara nel 2016. 

L’operazione consentirà di installare nuove tribune mobili, che saranno esclusivamente a carico dello sponsor: stiamo parlando di un costo di 130.000 euro.  Inoltre, la Igor verserà un canone annuale di 75.000 euro  per il prossimo triennio, somma che verrà reinvestita dal Comune per finanziare le opere di manutenzione dell’impianto.

Grande soddisfazione è stata espressa da entrambe le parti. L’investimento di una delle principali aziende della città servirà a portare un brand prettamente novarese, qual è il gorgonzola, sulla ribalta internazionale. Un processo che servirà, dunque, a valorizzare il territorio e le sue eccellenze. Lo sponsor, altresì, si garantisce l’utilizzo gratuito di un impianto per un numero di ore significativo, da utilizzare per partite, allenamenti e manifestazioni, risolvendo una volta per tutte una problematica emersa nel passato.

 Paolo De Luca