Menu
Cerca
Volley

La Igor abdica in Champions League

Le azzurre cedono (3-0) anche nel ritorno della semifinale con Conegliano e salutano la competizione.

La Igor abdica in Champions League
Sport Novara, 23 Marzo 2021 ore 22:57

La Igor Volley Novara abdica in Champions League. Si chiude con una nuova sconfitta per 3-0 contro Conegliano l’avventura nell’edizione 2021 della massima competizione europea per club (nella foto da cev.eu un attacco della ex Paola Egonu).

Conegliano vola in finale. Da sabato per Novara inizia l’avventura nei play off

Le novaresi non sono riuscite nell’intento, difficile peraltro, di ribaltare la sconfitta subita in casa sette giorni prima anche se qualche cosa di più si è visto almeno nel secondo set, lottato fino alla fasi finali. Per il resto purtroppo una Igor in difficoltà perenne in attacco (35% contro il 55% delle avversarie) ma anche nella fase muro-difesa, dimostratasi non all’altezza. Conegliano quindi in finale e tutto sommato una Champions più che soddisfacente per la squadra novarese che almeno incassa 229.000 euro di montepremi ma che adesso deve pensare subito ai play off perché sabato alle 20,30 tornerà in campo al PalaIgor contro la vincente dell’ottavo tra Cuneo e Perugia.

La squadra di Lavarini subito in difficoltà nel primo set

Novità nelle due formazioni; in quella di casa Adams scende in campo al posto di Sylla mentre in quella novarese Daalderop prende il posto di Herbots. Parte subito in salita Novara che deve subire un primo break di 6 a 2. Le azzurre cercano la reazione con Washington e Bosetti ma la ex Fahr e l’americana Adams non lo permettono fermando Smarzek a muro per il time out di Lavarini sotto di 6 (11-5). Novara si dimostra in difficoltà un po’ in generale e gli errori fioccano e allora fuori l’inconcludente Smarzek, dentro Herbots sul 15-6. Lavarini, nella confusione totale, deve fermare nuovamente il gioco sul -10 (17-7) per cercare di fermare la facile avanzata delle gialloblu. In battuta nella Igor entra anche la giovane Tajè per Chirichella e poi Bosetti ferma per la prima volta a muro un attacco delle venete (fast di De Kruijf) ma Conegliano resta lontana e con Fahr va a chiudere facilmente la frazione (25-15).

Non basta la reazione nel secondo set: Egonu porta le venete alla finalissima

Nel secondo, Zanette è titolare come opposto che va a segno subito seguita da Bosetti per l’iniziale 0-2, poi un fallo di gioco aereo di De Kruijf concede il +3 (2-5) ad una Novara che sembra trovare stimoli adeguati. Però le novaresi trovano Egonu che con due occasioni ricuce lo svantaggio a quota 7. Bosetti e Zanette riportano l’Igor a +3 (9-12) ma l’Imoco con un parziale di 8-1 (due ace di Egonu) passa a comandare (17-13). Herbots prende il posto di Daalderop ed in collaborazione con Washington, Novara reagisce rosicchiando punto su punto riuscendo a pareggiare con Bosetti (19-19). Egonu in attacco e Fahr a muro portano le venete a 3 set ball (24-21); i primi due sono annullati da Bosetti (attacco e ace) ma il terzo è fatale; naturalmente palla ad Egonu che chiude (25-23) e manda di fatto la sua squadra alla finale di Verona.
Con i giochi ormai fatti, le due squadre si ripresentano per il terzo set con le stesse formazioni; Egonu apre con due punti consecutivi ma l’ottima Zanette riesce a pareggiare sul 3-3. L’Imoco però spinge e Novara va in sofferenza subendo l’8-5 con Fahr a cui segue però la reazione azzurra che vale l’8-7.  La differenza però la fa la fase muro-difesa; quella di Conegliano è attiva mentre è troppo approssimativa quella della Igor che costa l’allungo delle venete fino a 11-7. Bonifacio entra al posto di Chirichella e subito va a segno in pallonetto poi Smarzek riprende il suo posto. Anche Santarelli allora dà spazio alle seconde linee che fanno il loro contribuendo al +5 (19-14). Un vantaggio che la squadra veneta riesce a mantenere fino alla fine che chiude 25-20.
a.m.

CARRARO IMOCO – IGOR 3-0
(25-15/25-23/25-20)
Carraro Imoco: Egonu 15, Hill 12, De Kruijf 4, Fahr 10,Wolosz, De Gennaro (L), Caravello, Gennari, Adams 16, Giquel 4, Omoruy, Butigan. N.e. Sylla e Folie (L). All. Santarelli
Igor: Herbots 7, Bosetti 10, Hancock 1, Washington 8, Chirichella 1, Smarzek 1, Daalderop 4, Populini, Zanette 4, Bonifacio 2, Tajè. n.e. Battistoni, Napodano (L). All. Lavarini
Arbitri: Ivanov (Bul) e Puecher (Ita)

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli