Sport
Volley A1 femminile

La Igor ci prova, ma la Coppa Italia resta a Conegliano

Davanti al presidente Mattarella esce sconfitta (3-2) dopo cinque emozionanti set contro Egonu e compagne.

La Igor ci prova, ma la Coppa Italia resta a Conegliano
Sport Novara, 06 Gennaio 2022 ore 21:02

Neanche questa volta l’Igor Volley Novara riesce a sconfiggere il tabù chiamato Imoco Conegliano che però, per vincere la sua terza Coppa Italia consecutiva, ha dovuto soffrire 5 set prima di imporsi ad una squadra, quella novarese, che ha indubbiamente giocato i primi due set ad un livello altissimo.
Novara ha cullato a lungo il sogno di riportare a Novara il trofeo cedendo solo in volata. L’Igor però esce dal PalaEur di Roma con onore e a testa altissima e con la consapevolezza che, malgrado la sconfitta che sicuramente amareggia e ci vorrà un po’ per essere digerita, la distanza dalle venete si è ridotta.

Partenza a razzo della Igor

Nel 1° set Novara parte forte con due ace di Hancock e un errore di Sylla (palla in rete) danno il primo break (3-0) a cui si aggiunge Karakurt per l’allungo fino a 5-1. Grazie ad una battuta tesa ed insidiosa l’Igor, nell’occasione in maglia fucsia, sfrutta le difficoltà in ricezione dell’Imoco; Daalderop, Chirichella e Bosetti portano le azzurre al +6 (10-4). Karakurt non perdona in attacco bucando in serie il muro veneto e Novara sale a +7 (16-9), un vantaggio che si riduce a +3 (17-14) per un paio di errori in fase di attacco di Chirichella e Bosetti. Ma le azzurre, dopo il time out di Lavarini, tornano a + 5 (19-14) e poi gestiscono il vantaggio fino al set point di Chirichella che Karakurt (8 punti nel set) concretizza con una bomba dalla sua zona preferita (25-19).

Un break di 7-1 lancia Novara sul 2-0

Nel 2°set arriva la reazione di Conegliano che con De Kruijf apre con 3 punti consecutivi (2 a muro) ma Daalderop e Karakurt vanno a ricucire (4-4) per poi passare avanti con l’ace di Bosetti e una nuova bomba della turca (6-4). L’Imoco rientra e ripassa in vantaggio grazie a due errori di Daalderop e un muro di Folie su Karakurt (6-8). Novara con la fast di Chirichella pareggia 10-10 e poi la capitana a muro e un doppio errore di Egonu ed Omoruyi danno il nuovo vantaggio alle azzurre (14-11) che poi spingono e salgono a +6 (17-11). L’erroraccio di Egonu (20-13) lancia l’Igor ma non c’è da fidarsi; infatti le gialloblu riguadagnano qualche punto e si fanno di nuovo sotto (21-18) ma l’Igor regge l’urto portandosi al set point con Karakurt (24-18). Il secondo tentativo per la turca è quello buono per il nuovo (25-19).

Conegliano reagisce e riapre il match

Nel 3° set equilibrio in avvio di frazione con Conegliano che ha l’ex Courtney in campo al posto di Sylla. Le due americane della squadra veneta, Plummer e Courtney sono le protagoniste del primo scatto del set (5-9) che costringe Lavarini a chiedere un time out e poi a mandare in campo Herbots al posto di Daalderop. L’Imoco prende coraggio e mette all’angolo la squadra novarese che deve subire il -6 (7-13); Novara non si scoraggia perché sa reagire e ridurre lo svantaggio a -2 (11-13). L’Imoco torna a +4 (17-21) e in Novara c’è spazio per Montibeller per dar fiato a Karakurt ma la fase finale di set è di Egonu che porta la sua squadra alla conquista della frazione (21-25).

L'Imoco pareggia il conto

Nel 4°set l’Igor parte bene con Bosetti (4-2), l’Imoco risponde (5-7) ma Novara impatta (7-7) e la fase è di gioco punto a punto con Egonu e Karakurt a darsele di santa ragione. Proprio Egonu fa l’ace del +2 (11-13) ma la turca la riprende (13-13). Scappa ancora l’Imoco (15-18) e Lavarini fa entrare Washington, assente dall’inizio di dicembre per infortunio, al posto di Bonifacio. Le azzurre devono mettere in campo tutto quello che hanno per tornare nel set ma sono sempre 3 i punti da recuperare (19-22) e due palle lunghe di Egonu danno alle azzurre le speranze. Novara sale a soffiare sul collo a Conegliano (21-22) che tiene il vantaggio e va a pareggiare il conto set (22-25).

La Coppa Italia resta a Conegliano, ma Novara esce a testa alta

La roulette del tie break si gioca sui nervi e sulla tensione che sale alta. Novara deve subito rincorrere i due ace di Folie (1-4) e lo fa con Washington e Bosetti (5-6) ma la squadra azzurra non trova continuità in attacco sprecando occasioni su occasioni per l’aggancio. E allora Conegliano si affida ad Egonu quando serve chiudere ma Novara non ci sta fino alla fine; infatti, da 10-14 annulla tre match ball (13-14) ma non può nulla sulla quarta possibilità che tocca a De Kruijf per decidere il 13-15 che consegna la Coppa Italia all’Imoco.

IMOCO – IGOR 3-2
(19-25/19-25/25-21/25-22/15-13)
Imoco: Caravello, Plummer 17, Courtney 7, , De Kruijf 7, Folie 15, Omoruyi 1, De Gennaro (L), Wolosz 3, Sylla 4, Egonu 26. n.e. Butigan, Vuchkova, Frosini, Gennari. All. Santarelli
Igor: Herbots 1, Fersino (L), Bosetti C. 16, Chirichella 11, Bonifacio 5, Karakurt 23, D’Odorico, Hancock 4, Daalderop 16, Montibeller, Washington 1. n.e. Battistoni, Imperiali (L), Costantini. All. Lavarini
Arbitri: Piana di Carpi e Cerra di Bologna

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter