Champions League di volley

La Igor parte col botto: netto 3-0 alla Dinamo Kazan

Le azzurre schiacciano le russe nella partita d'esordio della "bolla" al PalaIgor di Novara.

La Igor parte col botto: netto 3-0 alla Dinamo Kazan
Sport Novara, 24 Novembre 2020 ore 19:37

La Igor Novara parte col botto: netto 3-0 alla Dinamo Kazan. Spettacolare esordio in Champions League delle azzurre che in meno di un’ora e mezza spezza le reni alla corazzata russa, giunta a Novara con l’etichetta della favorita della pool, imponendole un pesante 3 a 0.

La migliore prestazione stagionale; domani alle 17,30 si replica con le ceche dell’Olomuc

L’Igor ha sfoderato forse la sua miglior prestazione stagionale; in tutti fondamentali è stata superiore all’avversaria mandando un messaggio importante alle altre due formazioni della pool E. E domani seconda giornata con l’Igor impegnata alle 17.30 contro le ceche dell’Olomouc.

Avvio timoroso nel primo set, poi sale in cattedra Herbots

Novara che si schiera con la solita formazione ha un inizio timoroso e deve subire lo 0-3 iniziale della russe. L’aggancio arriva da un muro di Smarzek (4-4) e poi l’errore della messicana Bricio porta le novaresi al primo vantaggio (8-7). Da qui in poi l’Igor tiene in mano il set e con una straripante Herbots sale a +3 (12-9). Novara spinge costringendo all’errore le attaccanti della Dinamo che soffrono la vivacità delle azzurre. La schiacciatrice belga della Igor con un ace allunga a +5 (21-16) e poi un doppio di Bosetti tiene le distanze (23-18) prima che la pipe di Herbots dia a Novara il setball (24-19). Smarzek chiude subito (25-19).

Nella seconda frazione le azzurre si staccano al momento giusto

Una magia di Hancock apre la seconda frazione per il +2 (6-4) azzurro ma la squadra russa reagisce e dopo il 7-6 di Bosetti, ferma due volte la schiacciatrice di Albizzate e poi Bricio castiga in attacco per il +4 (7-11). Herbots suona la carica e Novara risale a -1 (12-13) poi Smarzek pareggia e Washington va al sorpasso (16-15). Le due squadre restano a contatto fino alla fase decisiva dove l’Igor infila due punti consecutivi pesantissimi che la portano al doppio set ball (24-22). Il muro di Daalderop su Kotikova fissa subito il 2-0 (25-22).

Le russe si spengono, la squadra di Lavarini chiude sulle ali dell’entusiasmo

Ancora Hancock apre con il suo turno di battuta e tre ace il terzo parziale per il 7-0 Igor. Kazan dimostra di accusare pesantemente il colpo dei due set persi ma non c’è da stare allegri perché la Dinamo è pur sempre una squadra di rango ed infatti reagisce e torna sotto (8-6). L’Igor riprende in mano le redini del gioco riprendendo le 7 lunghezze di inizio frazione (16-9) grazie anche agli errori in sequenza di Bricio. Kazan non c’è più e Novara la spegne definitivamente infilando una sequenza di punti (21-10) e che la fa volare verso un successo importantissimo. Smarzek e Herbots portano le azzurre a ben 12 match ball; il secondo è quello buono con l’errore al servizio delle ormai sfiduciate russe (25-13).
a.m. 

IGOR  NOVARA 3
DINAMO KAZAN 0
(25-19/25-22/25-13)
Igor: Herbots 16, Bosetti C. 14 , Sansonna (L), Hancock 5, Washington 8, Smarzek 9, Bonifacio 6, Populini, Daalderop 1. n.e. Zanette, Chirichella, Battistoni, Costantini, Napodano (L). All. Lavarini
Dinamo: Biryukova 6, Maryukhnich 2, Koroleva 6, Podkopaeva (L), Kotikova, Popova, Fabris 10, Bricio 13, Startseva 1, Fedorovtseva 5, Konovalova. n.e. Akimova,  All. Gilyazutdinov
Arbitri: Ivanov (Bul) e Ovuka (Bih)

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità