Sport
volley femminile serie A1

La Igor vince la "bella" con Cuneo e vola in semifinale

Le ragazze di Lavarini incontreranno da giovedì 21 il Vero Volley Monza con gara 1 a Novara alle 20,30 e gara 2 domenica 24 a Monza alle 20.

La Igor vince la "bella" con Cuneo e vola in semifinale
Sport Novara, 16 Aprile 2022 ore 22:36

L’Igor fa sua la bella dei quarti di finale play off scudetto, battendo in tre set  una Cuneo, arrivata a Novara galvanizzata dalla prestazione di 72 ore prima. Le azzurre hanno conquistato il successo passando anche per qualche difficoltà ma, alla fine, hanno meritato di passare alla fase di semifinale dove affronterà da giovedì 21 il Vero Volley Monza con gara 1 a Novara alle 20,30 e gara 2 domenica 24 a Monza alle ore 20. In caso di parità, la bella sarà ancora al PalaIgor il 27.

La Igor fatica ad ingranare ma fa suo il set d’apertura

1° set - Non parte con il piede giusto la Igor che con il doppio ace di Kuznetzova deve subito rincorrere (2-5). Novara va incontro subito a problematiche in attacco dove il muro-difesa di Cuneo lascia pochi spazi d’azione. La sola Karakurt ha una certa continuità nel mettere a terra palla e solo con l’errore della russa di Cuneo l’Igor raggiunge la parità a quota 9. Ma le battute di Giquel e Degradi fanno sfracelli nella metà campo novarese e le ospiti si riportano a +3 (9-12) con logico time out della panchina azzurra. Chirichella con un ace riporta sotto le novaresi (11-12) ma la difesa e il muro sono i fondamentali che giocano chiaramente a favore delle biancorosse. A una Daalderop, inconcludente, Lavarini sceglie di mandare in campo Herbots ma è un ace aiutato dal nastro di Washington e un muro di Chirichella su Squarcini a ribaltare la situazione e dare a Novara il suo primo vantaggio (17-16). Herbots allunga il vantaggio novarese da posto 4 con un mano fuori (20-18); Cuneo spara fuori due attacchi consecutivi che valgono per Novara il +3 (22-19). Ma è una pipe di Karakurt a dare 3 set ball (24-21), due sono annullati facilmente dalle ospiti che risalgono a 24-23 e solo una sparacchiata out di Degradi consegna il set alla Igor (25-23).

Le azzurre dominano la seconda frazione

2° set – Novara approccia la frazione positivamente e con il trio Herbots-Karakurt-Washington mette tra sé e l’avversaria 4 lunghezze (5-1). Cuneo per la prima volta sbanda, non difende più come nel set precedente e quindi non può contrattaccare al meglio; la palla lunga di Giquel consegna il +5 alla Igor (7-2) che diventa +6 (12-6) con il muro secco di Karakurt che ferma Giovannini. L’Igor non si ferma, sale 17-9, questa volta, non come nel primo set di gara 2, sa gestire il vantaggio che la porta al netto parziale di 25- 12 che vale il 2 a 0.

Chirichella e compagne chiudono la partita e la serie dei quarti di finale

3°set – Due ace di Hancock aprono il set (2-0) e poi Karakurt allunga (4-1) ma le “gatte” cuneesi non si perdono d’animo e sanno ricucire lo svantaggio (8-8). Sul turno di battuta di Hancock Novara torna avanti 12-9 ma in un baleno spreca tutto il suo vantaggio facendo rientrare, per colpe proprie, Cuneo che addirittura si porta in vantaggio (12-13).  Herbots con due conclusioni intelligenti rimette l’Igor davanti (14-13) e poi è Washington in fast a dare il nuovo +2 Novara (16-14). La mossa di sostituire Karakurt con D’Odorico non paga perché mette in chiara difficoltà le scelte d’attacco che si riducono alla sola Washington  in prima linea e a Herbots in seconda. Il risultato è che Cuneo pericolosamente sfrutta le difficoltà novaresi per recuperare e addirittura portarsi avanti (19-20). Il finale di set è di totale nervosismo, Cuneo sbaglia due battute consecutive e Novara la punisce con l’ace di Chirichella che rimette le azzurre a +1 (23-22) nel momento topico della partita. Herbots mette a terra il punto che vale un match ball e Washington, murando Degradi, consegna alla Igor il (25-23) che vale la semifinale.

a.m.

IGOR - BOSCA S.BERNARDO     3 – 0  (25-23/25-12/25-23)

Igor: Herbots 12, Fersino (L), Bosetti 5, Chirichella 9, Hancock 2, Daalderop 1, Karakurt 13, D’Odorico, Washington 11. n.e. Bonifacio, Battistoni, Imperiali (L), Costantini, Montibeller. All. Lavarini

Bosca S.Bernardo: Kuznetsova 6, Stufi 6, Squarcini 10, Spirito (L), Giovannini 1, Zanette 2, Giquel 9, Signorile, Degradi 11, Jasper, Agrifoglio. n.e. Caruso Gay (L). All. Pistola

Arbitri:   Goitre di Torino e Pozzato di Bolzano                     Spettatori: 1350

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter