Novara Calcio, tutto rimandato al 10 aprile

Novara Calcio, tutto rimandato al 10 aprile
Sport 28 Marzo 2015 ore 14:56

NOVARA - Tutto rimandato al prossimo 10 aprile! La mattinata a Roma dei vertici del Novara Calcio dinanzi al Tribunale Federale Nazionale è cominciata con la notizia della fissazione dell’udienza del 10 aprile (ore 14.30) per rispondere degli addebiti contenuti nel secondo deferimento, quello comunicato dalla Federcalcio nel tardo pomeriggio di mercoledì.

A quel punto l’avvocato Cesare Di Cintio ha avuto la strada spianata per chiedere la riunione dei due procedimenti che meritano una trattazione congiunta. Malgrado l’opposizione del rappresentante della Procura Federale, il Tribunale ha accolto la richiesta di riunione rinviando per la discussione all’udienza di venerdì 10 aprile. I capi di imputazione per il club di viale Kennedy sono i seguenti: non aver documentato l’avvenuto pagamento di emolumenti e ritenute Irpef relativi ai mesi di maggio e giugno 2014; non aver documentato l’avvenuto pagamento di emolumenti e ritenute Irpef relativi ai mesi di luglio e agosto 2014; aver presentato lo scorso 16 ottobre una dichiarazione attestante circostanze e dati contabili non veridici; non aver documentato l’avvenuto versamento delle ritenute Irpef relative ai mesi di novembre e dicembre 2014.

All’orizzonte intanto c’è l’importantissima sfida con il Real Vicenza domani alle 18 allo stadio Piola. In città non si placa l’’ansia per una quasi certa penalizzazione del Novara Calcio. Mister Toscano tiene lontana la pressione sulla squadra: “Il nostro giudice è solamente il campo, le prossime tre partite saranno decisive per il nostro futuro. Dobbiamo vincere”. 

Massimo Barbero

Leggi tutto sul Corriere di Novara di sabato 28 marzo 

NOVARA - Tutto rimandato al prossimo 10 aprile! La mattinata a Roma dei vertici del Novara Calcio dinanzi al Tribunale Federale Nazionale è cominciata con la notizia della fissazione dell’udienza del 10 aprile (ore 14.30) per rispondere degli addebiti contenuti nel secondo deferimento, quello comunicato dalla Federcalcio nel tardo pomeriggio di mercoledì.

A quel punto l’avvocato Cesare Di Cintio ha avuto la strada spianata per chiedere la riunione dei due procedimenti che meritano una trattazione congiunta. Malgrado l’opposizione del rappresentante della Procura Federale, il Tribunale ha accolto la richiesta di riunione rinviando per la discussione all’udienza di venerdì 10 aprile. I capi di imputazione per il club di viale Kennedy sono i seguenti: non aver documentato l’avvenuto pagamento di emolumenti e ritenute Irpef relativi ai mesi di maggio e giugno 2014; non aver documentato l’avvenuto pagamento di emolumenti e ritenute Irpef relativi ai mesi di luglio e agosto 2014; aver presentato lo scorso 16 ottobre una dichiarazione attestante circostanze e dati contabili non veridici; non aver documentato l’avvenuto versamento delle ritenute Irpef relative ai mesi di novembre e dicembre 2014.

All’orizzonte intanto c’è l’importantissima sfida con il Real Vicenza domani alle 18 allo stadio Piola. In città non si placa l’’ansia per una quasi certa penalizzazione del Novara Calcio. Mister Toscano tiene lontana la pressione sulla squadra: “Il nostro giudice è solamente il campo, le prossime tre partite saranno decisive per il nostro futuro. Dobbiamo vincere”. 

Massimo Barbero

Leggi tutto sul Corriere di Novara di sabato 28 marzo