Sport

Novara si prepara a volare sui pattini

Novara si prepara a volare sui pattini
Sport 23 Febbraio 2016 ore 08:54

NOVARA  - Novara si prepara a volare sui pattini! Erano più di 2.000 gli spettatori che, sabato scorso al Pala Igor, hanno assistito al Gran Galà del pattinaggio artistico a rotelle per la consegna ufficiale della bandiera dei Mondiali in programma in città dal 29 settembre all’8 ottobre 2016. L'ingresso libero avrà fatto gola, ma nella memoria di chi c'era restano comunque il gran bel colpo d'occhio sugli spalti e l'entusiasmo con cui bambini, famiglie  - ed anche diversi giovani che hanno dedicato allo show una parte del sabato sera - hanno applaudito le esibizioni dei pattinatori delle società novaresi Accademia Pattinaggio Artistico, Gioca Pattinaggio Novara, Rotellistica 93, Asd  Zodiac Pattinaggio e di alcune “stelle” della disciplina. Sul parquet Andrea Girotto ed Alessandro Amadesi, campioni del mondo singolo rispettivamente nel 2015 e nel 2014, Silvia Lambruschi, vice campionessa del mondo singolo 2014 e il duo Alessandro Spigaj - Elena Leoni, coppia danza iridata nel 2015. Buona la prima, dunque. Merito dei 42 atleti novaresi, tra i 10 e i 25 anni, protagonisti dello spettacolo “Vita” le cui coreografie sono state curate da Selena Folegatti. Tre atti inframmezzati dalle evoluzioni dei campioni della Nazionale (poi richiestissimi per fotografie e autografi), a simboleggiare il radicamento e la crescita di un movimento giunto oggi ad un livello di maturazione tale da poter ospitare un Mondiale, battendo la concorrenza di Firenze: «Sarà un'occasione da sfruttare per tutta la città - ha evidenziato il sindaco di Novara Andrea Ballarè che, durante la serata, ha ricevuto dal presidente della  Federazione Internazionale Sabatino Aracu la bandiera dei Mondiali - Ci attendiamo 10mila persone per 15 giorni, per un indotto stimato di 10 milioni di euro. Novara è da sempre sui pattini, l'Hockey Novara è il club più scudettato d'Italia in qualsiasi sport. Saremo nell'occhio di bue del mondo sportivo». L'assessore allo Sport della Regione Piemonte, Giovanni Maria Ferraris, ha aggiunto: «La Regione farà la sua parte. Complimenti a Novara, una città davvero viva». Soddisfatti il presidente della Firs, Sabatino Aracu, e le altre autorità presenti tra le quali gli assessori comunali allo Sport e al Commercio, rispettivamente Rossano Pirovano e Sara Paladini: «Novara è il tempio dell'hockey, i prossimi Mondiali segnano il ritorno del rotellismo in città - ha detto Aracu - Dalla candidatura è emerso che la rassegna iridata è stata considerata come investimento e non come spesa. Un'operazione intelligente e corretta, che prevede il coinvolgimento di alcuni sponsor». Le prossime tappe di avvicinamento saranno il 6° Novara Talent Show del 27 febbraio al Pala Dal Lago (ore 21) e lo stage della Nazionale italiana di pattinaggio artistico  al Pala Igor dal 3 al 6 marzo.

Filippo Bezio

 

NOVARA  - Novara si prepara a volare sui pattini! Erano più di 2.000 gli spettatori che, sabato scorso al Pala Igor, hanno assistito al Gran Galà del pattinaggio artistico a rotelle per la consegna ufficiale della bandiera dei Mondiali in programma in città dal 29 settembre all’8 ottobre 2016. L'ingresso libero avrà fatto gola, ma nella memoria di chi c'era restano comunque il gran bel colpo d'occhio sugli spalti e l'entusiasmo con cui bambini, famiglie  - ed anche diversi giovani che hanno dedicato allo show una parte del sabato sera - hanno applaudito le esibizioni dei pattinatori delle società novaresi Accademia Pattinaggio Artistico, Gioca Pattinaggio Novara, Rotellistica 93, Asd  Zodiac Pattinaggio e di alcune “stelle” della disciplina. Sul parquet Andrea Girotto ed Alessandro Amadesi, campioni del mondo singolo rispettivamente nel 2015 e nel 2014, Silvia Lambruschi, vice campionessa del mondo singolo 2014 e il duo Alessandro Spigaj - Elena Leoni, coppia danza iridata nel 2015. Buona la prima, dunque. Merito dei 42 atleti novaresi, tra i 10 e i 25 anni, protagonisti dello spettacolo “Vita” le cui coreografie sono state curate da Selena Folegatti. Tre atti inframmezzati dalle evoluzioni dei campioni della Nazionale (poi richiestissimi per fotografie e autografi), a simboleggiare il radicamento e la crescita di un movimento giunto oggi ad un livello di maturazione tale da poter ospitare un Mondiale, battendo la concorrenza di Firenze: «Sarà un'occasione da sfruttare per tutta la città - ha evidenziato il sindaco di Novara Andrea Ballarè che, durante la serata, ha ricevuto dal presidente della  Federazione Internazionale Sabatino Aracu la bandiera dei Mondiali - Ci attendiamo 10mila persone per 15 giorni, per un indotto stimato di 10 milioni di euro. Novara è da sempre sui pattini, l'Hockey Novara è il club più scudettato d'Italia in qualsiasi sport. Saremo nell'occhio di bue del mondo sportivo». L'assessore allo Sport della Regione Piemonte, Giovanni Maria Ferraris, ha aggiunto: «La Regione farà la sua parte. Complimenti a Novara, una città davvero viva». Soddisfatti il presidente della Firs, Sabatino Aracu, e le altre autorità presenti tra le quali gli assessori comunali allo Sport e al Commercio, rispettivamente Rossano Pirovano e Sara Paladini: «Novara è il tempio dell'hockey, i prossimi Mondiali segnano il ritorno del rotellismo in città - ha detto Aracu - Dalla candidatura è emerso che la rassegna iridata è stata considerata come investimento e non come spesa. Un'operazione intelligente e corretta, che prevede il coinvolgimento di alcuni sponsor». Le prossime tappe di avvicinamento saranno il 6° Novara Talent Show del 27 febbraio al Pala Dal Lago (ore 21) e lo stage della Nazionale italiana di pattinaggio artistico  al Pala Igor dal 3 al 6 marzo.

Filippo Bezio

 

Seguici sui nostri canali