"Siamo di fronte ad una evidente disparità di trattamento"

"Siamo di fronte ad una evidente disparità di trattamento"
Sport 15 Aprile 2015 ore 22:19

NOVARA - Dopo la sentenza che ha inflitto 8 punti di penalizzazione al Novara Calcio non si sono fatte attendere le dichiarazioni delle autorità comunali cittadine. 

"La notizia della pesantissima penalizzazione decisa dal Tribunale Federale Nazionale ai danni del Novara Calcio mi ha lasciato sconcertato - queste le parole del sindaco Andrea Ballaré - Al di là del condivisibile obiettivo di garantire legalità e rispetto delle leggi, in questo caso mi sembra che siamo di fronte ad una interpretazione unilaterale delle norme regolamentari che non ha minimamente tenuto conto delle controdeduzioni della società azzurra, e soprattutto ad una evidentissima disparità di trattamento a confronto di altre situazioni molto più gravi e compromesse. Non amo le dietrologie e non credo facilmente all'esistenza di complotti, ma mi sento di dire che questa sentenza, oltre che colpire la squadra più forte sul campo e infierire su una società assai più sana e solida rispetto a molte altre, mortifica una città che merita senza dubio una categoria superiore. Sono accanto a Massimo De Salvo, che ho sentito oggi pomeriggio. Gli ho espresso la vicinanza della città di fronte ad una sentenza incomprensibile, e lo ho invitato ad andare avanti per riportare Novara nel calcio che conta".

Sulla questione è intervenuto anche l'assessore allo Sport Rossano Pirovano: «Il verdetto del Tribunale Federale è inaccettabile - ha detto - è palese una enorme differenza di trattamento tra il Novara e altre società che, a quanto raccontano le cronache, si trovano in cattive acque sotto tutti i punti di vista. Credo che sia giusto far sentire la voce della città che in questo momento si sente sotto scacco da parte di una giustizia sportiva che assume decisioni incomprensibili, come già era accaduto nella scorsa estate rispetto al ricorso del Novara per il ripescaggio in serie B. Voglio esprimere in questo momento anche un forte incoraggiamento alla società e alla squadra: il Novara si è dimostrato la squadra più forte in campo, e non si deve fermare, anche nelle prossime difficilissime partite, a cominciare da quella di lunedì sul campo del Piola. Invito anche i tifosi a venire in massa allo stadio lunedì sera, per manifestare la vicinanza e il sostegno al Novara Calcio».
v.s.

NOVARA - Dopo la sentenza che ha inflitto 8 punti di penalizzazione al Novara Calcio non si sono fatte attendere le dichiarazioni delle autorità comunali cittadine. 

"La notizia della pesantissima penalizzazione decisa dal Tribunale Federale Nazionale ai danni del Novara Calcio mi ha lasciato sconcertato - queste le parole del sindaco Andrea Ballaré - Al di là del condivisibile obiettivo di garantire legalità e rispetto delle leggi, in questo caso mi sembra che siamo di fronte ad una interpretazione unilaterale delle norme regolamentari che non ha minimamente tenuto conto delle controdeduzioni della società azzurra, e soprattutto ad una evidentissima disparità di trattamento a confronto di altre situazioni molto più gravi e compromesse. Non amo le dietrologie e non credo facilmente all'esistenza di complotti, ma mi sento di dire che questa sentenza, oltre che colpire la squadra più forte sul campo e infierire su una società assai più sana e solida rispetto a molte altre, mortifica una città che merita senza dubio una categoria superiore. Sono accanto a Massimo De Salvo, che ho sentito oggi pomeriggio. Gli ho espresso la vicinanza della città di fronte ad una sentenza incomprensibile, e lo ho invitato ad andare avanti per riportare Novara nel calcio che conta".

Sulla questione è intervenuto anche l'assessore allo Sport Rossano Pirovano: «Il verdetto del Tribunale Federale è inaccettabile - ha detto - è palese una enorme differenza di trattamento tra il Novara e altre società che, a quanto raccontano le cronache, si trovano in cattive acque sotto tutti i punti di vista. Credo che sia giusto far sentire la voce della città che in questo momento si sente sotto scacco da parte di una giustizia sportiva che assume decisioni incomprensibili, come già era accaduto nella scorsa estate rispetto al ricorso del Novara per il ripescaggio in serie B. Voglio esprimere in questo momento anche un forte incoraggiamento alla società e alla squadra: il Novara si è dimostrato la squadra più forte in campo, e non si deve fermare, anche nelle prossime difficilissime partite, a cominciare da quella di lunedì sul campo del Piola. Invito anche i tifosi a venire in massa allo stadio lunedì sera, per manifestare la vicinanza e il sostegno al Novara Calcio».
v.s.