Toscano: “Ci siamo rimessi in gioco”

Toscano: “Ci siamo rimessi in gioco”
Sport 30 Aprile 2015 ore 22:28

NOVARA – Con l’Arezzo per sognare. Il Novara è tornato prepotentemente in corsa per il primo posto dopo la restituzione di 5 degli 8 punti di penalizzazione. E domani sarà un altro pomeriggio della verità: alle 15 gli azzurri scendono in campo al “Piola” contro gli amaranto (già salvi), ma l’attenzione si sposta contemporaneamente al “Brianteo” di Monza, dove alla stessa ora sarà di scena il Bassano capolista.

NOVARA – Con l’Arezzo per sognare. Il Novara è tornato prepotentemente in corsa per il primo posto dopo la restituzione di 5 degli 8 punti di penalizzazione. E domani sarà un altro pomeriggio della verità: alle 15 gli azzurri scendono in campo al “Piola” contro gli amaranto (già salvi), ma l’attenzione si sposta contemporaneamente al “Brianteo” di Monza, dove alla stessa ora sarà di scena il Bassano capolista.
Con un pari dei veneti e il contemporaneo successo di Evacuo e compagni il Novara agguanterebbe i giallorossi di Asta in vetta ad una giornata dalla fine: “Ci siamo rimessi in gioco e lo speravamo tutti – ha sottolineato l’allenatore Toscano nella conferenza stampa di presentazione – Appena è arrivata la notizia abbiamo sentito una carica di adrenalina. La società sta combattendo una partita fuori dal campo, si sta battendo per l’onestà del suo operato e non ci ha mai fatto mancare nulla. Noi ne stiamo giocando un’altra, sul campo. Guardiamo solo all’Arezzo, il resto non ci deve interessare…”.
Per il tecnico azzurro non ci sarà niente di scritto fino all’ultima giornata: “Il Monza? Deve crederci per forza, è a tre punti dalla salvezza – ha aggiunto – Sabato scorso hanno dimostrato di essere una squadra viva, in salute. Non sarà semplice né per il Bassano né per noi”.
Senza tre squalificati e con Dickmann pronto per la panchina Toscano riproporrà il 3-4-3: davanti a Tozzo in difesa giocheranno Freddi, Gavazzi e Vicari (o Martinelli), in mezzo al campo gli esterni saranno Garufo e Foglio, gli interni Pesce e probabilmente Faragò. In avanti il tridente Gonzalez-Evacuo-Corazza.

Paolo De Luca

Video su gentile concessione di