Menu
Cerca
Sport

Un “folle” Novara calcio conquista solo un punto contro l’Olbia

Gli azzurri in trasferta pareggiano 3 – 3 al “Bruno Nespoli”

Un “folle” Novara calcio conquista solo un punto contro l’Olbia
Sport Novara, 25 Aprile 2021 ore 17:26

La squadra di mister Banchieri tre volte in vantaggio e tre volte raggiunta

Il Novara calcio dalla trasferta a Olbia torna casa con un solo punto al termine di una gara ricca di emozioni e di gol. Tre volte in vantaggio gli azzurri e tre volte raggiunti. Una condotta “folle” per la gestione dei vantaggi  anche se con momenti di gran gioco. Ma per la squadra di mister Banchieri c’è da segnalare anche una traversa colpita da Panico. Ritmi subito elevati nelle prime battute da entrambe le parti con veloci capovolgimenti di fronte. Parte subito bene e trova il vantaggio con Collodel al 7’ che da fuori area fa partire un tiro che si abbassa, rimbalza e s’infila nell’angolo basso a sinistra del portiere. La reazione dei padroni di casa vede al 15’ un tiro di Altare che finisce a lato della porta difesa da Lanni, seguito un minuto dopo dal gol di Ragatzu annullato per fuorigioco al 21’ un tiro da trenta metri, di Giandonato sorvola la traversa novarese. Preme l’Olbia e gli azzurri controllano ripartendo in contropiede. Giocano bene gli ospiti. Al 33’ Panico scende bene sulla fascia, entra in area, tira mirando l’angolo basso ma il portiere Tornaghi, in tuffo, devia in corner. Olbia che continua a premere e al 40’ trova il pareggio. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Ragatzu si libera bene, all’ingresso dell’area, e manda con un diagonale rasoterra la palla nell’angolo alla destra di Lanni. Nel recupero al 47’ arriva il nuovo vantaggio novarese, al termine di una bellissima azione corale, che vede al termine Buzzegoli mettere al centro aerea, in modo perfetto, sulla testa di Rossetti, che colpisce infilando in rete. La prima frazione si chiude sul risultato di 2 -1 a favore del Novara calcio.

Per gli ospiti  anche una traversa colpita da Panico

Nella ripresa il Novara calcio nei primi minuti subisce l’arrembaggio dei padroni di casa, ripartendo velocemente in contropiede come nel primo tempo. All’8’ Panico da fuori area fa partire un tiro che si stampa sulla traversa. Al 15’ arriva però il nuovo pareggio sardo con Biancu che dal limite fa partire un tiro imparabile che si infila nel sette della porta difesa da Lanni. Il Novara risponde subito al 17’ con Zunno che sulla fascia va in slalom e crossa al centro dell’area, dove Rossetti svetta di testa e manda la palla sotto la traversa per il nuovo vantaggio azzurro. Bella partita con continui capovolgimenti di fronte. Al 23’ colpo di testa di Pennigton ma Lanni para con sicurezza. Al 28’ Lanni compie un miracolo su un traversone pericoloso deviandolo in modo da toglierlo dai piedi di un attaccante avversario. Al 29’ Lanini va via in contropiede e serve Zunno che entra in area e davanti al portiere tira ma la palla è forse smorzata dal tocco di un difensore. I vari cambi sembrano modificare qualcosa nell’assetto degli azzurri. Al 32’ Udoh dai venti metri tira costringendo Lanni alla deviazione in corner. Sugli sviluppi al 34’ il pallone arriva a Belloni che in area, quasi dal dischetto, fa partire un tiro che finisce sotto la traversa e batte Lanni. All’37’ punizione di Emerson che costringe Lanni al tuffo per mandare il pallone in calcio d’angolo. Olbia che spinge sempre più e azzurri che faticano a ripartire. All’40’ Lanni blocca a terra un tiro di Cocco che, solo da dischetto, sciupa l’occasione. Squadre che mostrano tutta la fatica e che peccano in lucidità, fino al fischio finale che sancisce un 3 -3 che lascia al Novara calcio più di un rammarico.

m.d.

 OLBIA- NOVARA 3- 3

Cronaca, pagelle, approfondimenti e interviste sul numero del Corriere di Novara di lunedì