Una giornata da dimenticare per il Novara, sconfitto a Como e deferito

Una giornata da dimenticare per il Novara, sconfitto a Como e deferito
04 Marzo 2015 ore 23:58

Un Novara sorpreso nel pomeriggio dalla notizia del deferimento da parte della Figc, (per inadempienza Irpef e per aver “prodotto la dichiarazione attestante circostanze e dati contabili non veridici”) torna da Como con un sconfitta immeritata. Decide un gol di Giosa, in palese fuorigioco, al 28’ del primo tempo. Gli azzurri pur con varie assenze, non hanno demeritato trovando però incrollabile il “muro” lariano. Pur creando meno di altre partite il Novara ha cercato di fare la gara almeno fino al momento del gol comasco. Una vera doccia fredda che ha sicuramente influito psicologicamente. Nella ripresa la squadra di mister Toscano ha cercato il pareggio e l’occasione più nitida è quella capitata a Corazza su cui il portiere Crispino ha compiuto un vero miracolo. Il forte vento che soffiava sulle rive del lago ha spinto indietro in classifica gli azzurri, ma i pareggi casalinghi di Pavia e Alessandria fortunatamente limitano i danni. Ora è già tempo di pensare alla gara di domenica alle 12,30 al “Piola” contro l’Unione Venezia.

m.d.

Un Novara sorpreso nel pomeriggio dalla notizia del deferimento da parte della Figc, (per inadempienza Irpef e per aver “prodotto la dichiarazione attestante circostanze e dati contabili non veridici”) torna da Como con un sconfitta immeritata. Decide un gol di Giosa, in palese fuorigioco, al 28’ del primo tempo. Gli azzurri pur con varie assenze, non hanno demeritato trovando però incrollabile il “muro” lariano. Pur creando meno di altre partite il Novara ha cercato di fare la gara almeno fino al momento del gol comasco. Una vera doccia fredda che ha sicuramente influito psicologicamente. Nella ripresa la squadra di mister Toscano ha cercato il pareggio e l’occasione più nitida è quella capitata a Corazza su cui il portiere Crispino ha compiuto un vero miracolo. Il forte vento che soffiava sulle rive del lago ha spinto indietro in classifica gli azzurri, ma i pareggi casalinghi di Pavia e Alessandria fortunatamente limitano i danni. Ora è già tempo di pensare alla gara di domenica alle 12,30 al “Piola” contro l’Unione Venezia.

m.d.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità