Uno svizzero per la porta del Novara

Uno svizzero per la porta del Novara
Sport 31 Maggio 2015 ore 14:15

NOVARA – Uno svizzero per la porta del Novara Calcio. Manca l’ufficialità, ma il primo volto nuovo per la serie B sarà David Da Costa, esperto estremo difensore elvetico (con passaporto portoghese) di 29 anni che in questa stagione ha militato nello Zurigo: a difesa dei pali della squadra biancoazzurra ha totalizzato 37 presenze, tra SuperLeague, Europa League e Coppa Svizzera per un totale 3.390 minuti.
Un colpo in “stile Teti”, visto che il direttore sportivo conosce bene il calcio oltre Ticino avendo lavorato a Lugano. Dopo Shala, Morganella e Seferovic un altro giocatore rossocrociato è pronto a vestire la maglia azzurra. E, visti i precedenti, questa sembra giù un’ottima notizia…
Da Costa, cresciuto nel vivaio zurighese, ha giocato con le maglie di Chiasso, Concordia Basilea, Wohlen e Thun, prima di ritornare nel 2012 da titolare nella squadra di partenza.
Un ingaggio che non esclude in nessun modo la permanenza di Andrea Tozzo, per il quale il Novara sta trattando la conferma (unitamente a quella di Corazza) con la Sampdoria, proprietaria del cartellino. In questo caso la società potrebbe mandare in prestito in Lega Pro per giocare con continuità Lorenzo Montipò. L’altro portiere, Enrico Tonozzi, è invece in scadenza di contratto.
Dunque, inizia già a muoversi il mercato azzurro, anche se il tassello imprescindibile rimane sempre quello dell’allenatore e ogni giorno che passa Mimmo Toscano sembra sempre più lontano da Novarello.

Paolo De Luca

NOVARA – Uno svizzero per la porta del Novara Calcio. Manca l’ufficialità, ma il primo volto nuovo per la serie B sarà David Da Costa, esperto estremo difensore elvetico (con passaporto portoghese) di 29 anni che in questa stagione ha militato nello Zurigo: a difesa dei pali della squadra biancoazzurra ha totalizzato 37 presenze, tra SuperLeague, Europa League e Coppa Svizzera per un totale 3.390 minuti.
Un colpo in “stile Teti”, visto che il direttore sportivo conosce bene il calcio oltre Ticino avendo lavorato a Lugano. Dopo Shala, Morganella e Seferovic un altro giocatore rossocrociato è pronto a vestire la maglia azzurra. E, visti i precedenti, questa sembra giù un’ottima notizia…
Da Costa, cresciuto nel vivaio zurighese, ha giocato con le maglie di Chiasso, Concordia Basilea, Wohlen e Thun, prima di ritornare nel 2012 da titolare nella squadra di partenza.
Un ingaggio che non esclude in nessun modo la permanenza di Andrea Tozzo, per il quale il Novara sta trattando la conferma (unitamente a quella di Corazza) con la Sampdoria, proprietaria del cartellino. In questo caso la società potrebbe mandare in prestito in Lega Pro per giocare con continuità Lorenzo Montipò. L’altro portiere, Enrico Tonozzi, è invece in scadenza di contratto.
Dunque, inizia già a muoversi il mercato azzurro, anche se il tassello imprescindibile rimane sempre quello dell’allenatore e ogni giorno che passa Mimmo Toscano sembra sempre più lontano da Novarello.

Paolo De Luca