Volley. Come da copione: la Igor supera 3 a 0 anche Montichiari

Volley. Come da copione: la Igor supera 3 a 0 anche Montichiari
15 Febbraio 2015 ore 23:41

NOVARA  – Vittoria numero quindici per la Igor Novara , che conferma la “legge” del “PalaTerdoppio” rifilando in un’ora e un quarto di gioco un netto 3-0 alla formazione di Montichiari (compagine che un paio di settimane fa si era permessa il lusso di violare, seppure senza… danni ai fini della qualificazione, l’impianto novarese nella gara di Coppa Italia), proseguendo la sua marcia solitaria in vetta alla classifica sempre con cinque lunghezze di margine su Modena.

Coach Luciano Pedullà, alle prese negli ultimi giorni con qualche ragazza acciaccata, recupera Sansonna nel ruolo di libero, ma non Klineman. In banda viene pertanto riproposta dall’inizio Partenio in coppia con Hill; capitan Guiggi e Chirichella sono le centrali, mentre la diagonale è come di consueto formata da Signorile (che proprio domenica ha festeggiato i suoi 25 anni impreziosendo la sua prova con un muro vincente) in regia e dall’opposto Barun. La croata risulterà alla fine tra le più positive (16 punti e il 62% in attacco) insieme a Hill (top scorer con 18 palloni messi a terra con tre muri) e a una Chirichella tornata ad esprimersi ad alti livelli.

Come accaduto in altre circostanze, Novara parte un po’ con il freno a mano tirato. Hanno buon gioco le ospiti a fare dunque l’andatura (6-8). Primo pareggio a quota 10, poi Guiggi e compagne mettono la freccia (16-15), allungando progressivamente sino al 25-19 che manda agli archivi la prima frazione.

Situazione in qualche maniera analoga anche nei due set successivi. Montichiari, ai quali non sono bastati i 12 punti della Brinker e gli 8 della Gioli, teneva il campo sino alla metà del secondo parziale (16-14), finendo poi per spegnersi e non riuscendo ad andare al di là, come nel gioco di apertura, dei 19 punti.

Terzo parziale ancora più sul velluto per la Igor, sempre attenta in ricezione e incisiva in attacco. Solo un leggero calo di tensione nel finale consente alle ospiti di chiudere con un onorevole 25-22.

Ora la Igor dovrà cercare di lavorare con serenità per prepararsi al meglio ai prossimi impegni. La trasferta di domenica prossima a Scandicci (conoscendo già il risultato di Modena, che giocherà sabato sera a Bergamo), anticamera di quello che è il primo vero obiettivo stagionale, la “FinalFour” di Coppa Italia in programma il weekend successivo a Rimini.

Luca Mattioli

NOVARA  – Vittoria numero quindici per la Igor Novara , che conferma la “legge” del “PalaTerdoppio” rifilando in un’ora e un quarto di gioco un netto 3-0 alla formazione di Montichiari (compagine che un paio di settimane fa si era permessa il lusso di violare, seppure senza… danni ai fini della qualificazione, l’impianto novarese nella gara di Coppa Italia), proseguendo la sua marcia solitaria in vetta alla classifica sempre con cinque lunghezze di margine su Modena.

Coach Luciano Pedullà, alle prese negli ultimi giorni con qualche ragazza acciaccata, recupera Sansonna nel ruolo di libero, ma non Klineman. In banda viene pertanto riproposta dall’inizio Partenio in coppia con Hill; capitan Guiggi e Chirichella sono le centrali, mentre la diagonale è come di consueto formata da Signorile (che proprio domenica ha festeggiato i suoi 25 anni impreziosendo la sua prova con un muro vincente) in regia e dall’opposto Barun. La croata risulterà alla fine tra le più positive (16 punti e il 62% in attacco) insieme a Hill (top scorer con 18 palloni messi a terra con tre muri) e a una Chirichella tornata ad esprimersi ad alti livelli.

Come accaduto in altre circostanze, Novara parte un po’ con il freno a mano tirato. Hanno buon gioco le ospiti a fare dunque l’andatura (6-8). Primo pareggio a quota 10, poi Guiggi e compagne mettono la freccia (16-15), allungando progressivamente sino al 25-19 che manda agli archivi la prima frazione.

Situazione in qualche maniera analoga anche nei due set successivi. Montichiari, ai quali non sono bastati i 12 punti della Brinker e gli 8 della Gioli, teneva il campo sino alla metà del secondo parziale (16-14), finendo poi per spegnersi e non riuscendo ad andare al di là, come nel gioco di apertura, dei 19 punti.

Terzo parziale ancora più sul velluto per la Igor, sempre attenta in ricezione e incisiva in attacco. Solo un leggero calo di tensione nel finale consente alle ospiti di chiudere con un onorevole 25-22.

Ora la Igor dovrà cercare di lavorare con serenità per prepararsi al meglio ai prossimi impegni. La trasferta di domenica prossima a Scandicci (conoscendo già il risultato di Modena, che giocherà sabato sera a Bergamo), anticamera di quello che è il primo vero obiettivo stagionale, la “FinalFour” di Coppa Italia in programma il weekend successivo a Rimini.

Luca Mattioli

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità