Volley: La Igor inizia il 2015 “strapazzando” anche Casalmaggiore

Volley: La Igor inizia il 2015 “strapazzando” anche Casalmaggiore
Sport 04 Gennaio 2015 ore 22:16

NOVARA – La Igor Novara inizia bene il 2015 “strapazzando” con un netto 3-0 anche Casalmaggiore, che nel turno di Santo Stefano si era permessa il lusso di sconfiggere Modena. E’ stato un successo del gruppo e dell’intensità. E tutto questo nonostante l’infortunio subito da Alix Klineman (sino a quel momento fra le più positive) alla fine della prima frazione. Proprio in occasione del decisivo punto di Chirichella, infatti, la schiacciatrice americana scendeva male dal muro e si procurava una distorsione alla caviglia. Attimi di paura, ma la Igor (con Partenio, poi Mvp dell’incontro, in campo) faceva “quadrato” e, pur soffrendo, riusciva a prevalere ai vantaggi anche nella seconda frazione, l’unica dove le ospiti riuscivano a mettere in difficoltà Guiggi e compagne. Un esito che rinvigoriva ancora di più le ragazze di Pedullà, poi capaci di giocare un terzo set con un’intensità mostruosa, lasciando poco o nulla alle avversarie, come testimoniato dal parziale finale di 25-9.
Si parte con il solito “sei più uno” per la Igor, in campo con Signorile in regia e Barun opposto; Chirichella e Guiggi al centro, Klineman e Hill in banda con Sansonna libero.
Klineman risponde subito a un errore al servizio di Hill e il match si presenta inizialmente equilibrato (5-5), poi la Igor trova un importante break con Guiggi in battuta (8-5 e tempo chiesto dalla panchina ospite). Vantaggio immutato alla pausa obbligata (12-9). Due punti consecutivi di Barun e un muro di Klineman valgono il 15-10. Novara prende il largo (18-10). Casalmaggiore soffre in ricezione ed è anche imprecisa in attacco. Novara chiude 25-14 con un muro di Chirichella nell’azione dell’infortunio a Klineman.

NOVARA – La Igor Novara inizia bene il 2015 “strapazzando” con un netto 3-0 anche Casalmaggiore, che nel turno di Santo Stefano si era permessa il lusso di sconfiggere Modena. E’ stato un successo del gruppo e dell’intensità. E tutto questo nonostante l’infortunio subito da Alix Klineman (sino a quel momento fra le più positive) alla fine della prima frazione. Proprio in occasione del decisivo punto di Chirichella, infatti, la schiacciatrice americana scendeva male dal muro e si procurava una distorsione alla caviglia. Attimi di paura, ma la Igor (con Partenio, poi Mvp dell’incontro, in campo) faceva “quadrato” e, pur soffrendo, riusciva a prevalere ai vantaggi anche nella seconda frazione, l’unica dove le ospiti riuscivano a mettere in difficoltà Guiggi e compagne. Un esito che rinvigoriva ancora di più le ragazze di Pedullà, poi capaci di giocare un terzo set con un’intensità mostruosa, lasciando poco o nulla alle avversarie, come testimoniato dal parziale finale di 25-9.
Si parte con il solito “sei più uno” per la Igor, in campo con Signorile in regia e Barun opposto; Chirichella e Guiggi al centro, Klineman e Hill in banda con Sansonna libero.
Klineman risponde subito a un errore al servizio di Hill e il match si presenta inizialmente equilibrato (5-5), poi la Igor trova un importante break con Guiggi in battuta (8-5 e tempo chiesto dalla panchina ospite). Vantaggio immutato alla pausa obbligata (12-9). Due punti consecutivi di Barun e un muro di Klineman valgono il 15-10. Novara prende il largo (18-10). Casalmaggiore soffre in ricezione ed è anche imprecisa in attacco. Novara chiude 25-14 con un muro di Chirichella nell’azione dell’infortunio a Klineman.
Secondo set con Partenio in campo ed è la schiacciatrice veneziana ad aprire lo “score”. Si gioca sul filo dell’equilibrio (6-6), poi le casalasche sorprendono due volte la retroguardia azzurra. Doppio vantaggio subito annullato da Barun (8-8), poi è Partenio a dare il 12-10 del time out tecnico. La Pomì rimane attaccata (15-14 e 18-17). Quello di Guiggi sembra l’allungo decisivo (20-17), ma le ospiti non si arrendono e riescono a prolungare il parziale sino ai vantaggi: set poi chiuso da Chirichella (27-25).
Terza frazione con la Igor che prova subito a “scappare” (5-2 e tempo chiesto dal tecnico ospite Mazzanti, che “spenderà” poi il secondo sull’8-2). Il “monologo” prosegue (12-4), con tutto l’attacco a segno (16-6 di Hill). Le novaresi giocano alla morte su ogni palla, Casalmaggiore si arrende e il match si chiude con un mortificante 25-9 dopo un errore al servizio di Stevanovic.
Domenica prossima insidiosa trasferta a Firenze contro l’unica squadra finora capace di uscire con un punticino dal “PalaTerdoppio”. Si punta al recupero di Klineman, anche se mancheranno le giovani Zanette e Bonifacio, entrambe convocate nella Nazionale Giovanile. E si punta, soprattutto, a proseguire la “striscia”…

Luca Mattioli

IGOR NOVARA – POMI’ CASALMAGGIORE 3-0
(25-14 / 27-25 / 25-9)

Novara: Partenio 12, Klineman 5, Kim ne, Guiggi 11, Bonifacio, Chirichella 5, Sansonna (L), Alberti, Signorile 1, Hill 12, Barun 14, Zanette ne. All.: Pedullà.

Casalmaggiore: Ortolani 9, Skorupa 1, Bianchini 5, Sirressi (L), Gennari 2, Quiligotti ne, Gibbemeyer 5, Agrifoglio, Klimovic 2, Zago 4, Stevanovic 5, Tirozzi 1, All.: Mazzanti.

Arbitri: Sobrero e Goitre.
1a DI RITORNO (3-4 gennaio 2015): Montichiari – Piacenza 2-3; Conegliano – Firenze 3-1; Bergamo – Urbino 3-0; IGOR NOVARA – Casalmaggiore 3-0; Forlì – Modena 0-3; Scandicci – Busto Arsizio 3-0.
CLASSIFICA: IGOR NOVARA p. 32; Modena p. 28; Conegliano p. 24; Casalmaggiore e Bergamo p. 23; Piacenza p. 20; Busto Arsizio e Montichiari p. 18; Scandicci p. 15; Firenze p. 11; Forlì p. 4; Urbino p. 0.

PROSSIMO TURNO (10-11 GENNAIO 2015): Piacenza – Scandicci; Busto Arsizio – Conegliano; Casalmaggiore – Bergamo; Firenze – IGOR NOVARA; Modena – Montichiari; Urbino – Forlì.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità