Attualità
Ambiente

A Villa Picchetta di Cameri un nuovo punto di ricarica per mezzi elettrici

L'iniziativa di Cameri rientra nel progetto Interreg Italia-Svizzera “Slowmove”.

A Villa Picchetta di Cameri un nuovo punto di ricarica per mezzi elettrici
Attualità Ovest Ticino, 20 Novembre 2022 ore 09:00

Nella sede di Cameri dell'ente di gestione delle aree protette del Ticino e del Lago Maggiore venerdì 18 è stato inaugurato un nuovo punto di ricarica per mezzi elettrici.

Cameri: un nuovo punto di ricarica per mezzi elettrici a Villa Picchetta

E' stato inaugurato nella mattinata di venerdì 18 novembre un nuovo punto di ricarica per mezzi elettrici a Cameri, nel parco di Villa Picchetta. L'iniziativa rientra nel progetto "Slowmove", e ha visto in prima fila la Provincia di Novara:

L’iniziativa – ricorda il vicepresidente della Provincia Michela Leoni, titolare delle deleghe alla Gestione e Programmazione del territorio e ai Trasporti – rientra nel progetto Interreg Italia. Svizzera “Slowmove”, del quale la Provincia di Novara è capofila italiano. La singola iniziativa odierna vede una fase “pilota” che prevede, appunto, la collocazione di strutture di ricarica per veicoli elettrici a disposizione di auto, e-bike e scooter elettrici. Sono state installate colonnine di ricarica a Villa Picchetta a Cameri, a Ghevio di Meina, a Castelletto Ticino, al Mulino vecchio di Bellinzago Novarese e sono in fase di ultimazione ulteriori interventi sul lungolago di Meina e a Lonate Pozzolo. Si tratta di un intervento in perfetta linea con quanto previsto dal progetto “Slowmove” che, oltre alla valorizzazione delle vie d’acqua del nostro territorio, aspetto ampiamente illustrato durante l’evento “Idrovia e mobilità” che si è tenuto lo scorso 5 ottobre ad Arona e che ha riscosso grande interesse, ha anche come obiettivo quello di creare le condizioni per la mobilità sostenibile

L'ente di gestione ha acquistato due mezzi elettrici

All'inaugurazione è intervenuta anche Monica Perroni, direttore dell'ente di gestione delle aree protette del Ticino e del Lago Maggiore, che ha annunciato l'acquisto di due mezzi elettrici:

L'ente di gestione, sempre grazie al progetto “Slowmove” ha inoltre acquistato due automezzi elettrici, destinati ai guardiaparco per l’attività di vigilanza, al personale del Parco per le varie attività di competenza o al trasporto di fruitori del Parco con difficoltà motorie o altre disabilità e sedici biciclette a pedala assistita.  I veicoli di prossimità elettrica Nev sono posti a servizio dell'utenza e degli operatori del dell'Ente di gestione aree protette Ticino e Lago Maggiore

La concessione della fornitura e gestione delle strutture di ricarica è stata affidata alla società “Be Charge”.

Seguici sui nostri canali