Varallo Pombia

Comitato Malpensa: "I voli sopra di noi? Nel futuro possono aumentare"

"Ma i sindaci del Cuv lo sapevano?"

Comitato Malpensa: "I voli sopra di noi? Nel futuro possono aumentare"
Pubblicato:

E’ prendendo spunto da una modifica al protocollo in vigore per gli aerei in decollo da Malpensa che l’Unione dei Comitati dell’alta Valle del Ticino, di cui fa parte anche il Comitato dei cittadini di Varallo Pombia per l’aeroporto di Malpensa arriva a ipotizzare per il prossimo futuro un aumento netto del numero di sorvoli sul territorio piemontese.

L'intervento

In particolare il presidente del Comitato varalpombiese, Ferruccio Gallanti, ironizza anche sull’atteggiamento dei sindaci del Cuv, il Consorzio che riunisce i nove Comuni della prima fascia aeroportuale. «Ma i sindaci del Cuv lo sapevano ? - si chiedono i rappresentanti dell’Unione dei Comitati - lo sanno? Il Masterplan 2035 non l’aveva mai esplicitato. I verbali della Commissione aeroportuale non lo hanno riportato; i sindaci Cuv hanno deliberato sia la “prima” zonizzazione dopo 25 anni, che l’indecifrabile “sperimentazione” finalizzata a mitigare il territorio, erano informati di tale eventualità? Eventualità che si concretizza in un ignoto incremento della frequenza dei movimenti aerei e tutto ciò nel contesto operativo dell’utilizzo alternato delle piste distanti solo 808 metri tra loro, con una capienza oraria massima di 70 movimenti.

In determinate fasce orarie diurne i cittadini sorvolati hanno registrato voli a 45-110 secondi l’uno dall’altro in fase di decollo e 60/90/12’ secondi l’uno dall’altro in fase di atterraggio. Come spiegare tale densità operaiva, confermata dai tracciati radar disponibili su flightradar.com e dall’analisi e verifica diretta dei cittadini sorvolati? Si tratta di rotte spaziate tra le nuove, le vecchie e quelle del free route (deroga alla rotta stabilita) autorizzate appena dopo il decollo. Restiamo quindi in attesa di adeguati chiarimenti da parte dei sindaci del Cuv, sicuri che li vorranno fornire ai loro concittadini al più presto». L’Unione dei Comitati sottolinea poi che dal 24 giugno al 31 luglio sono state rese operative delle nuove distanze minime nella separazione delle “turbolenze di scia” nel flusso degli aeromobili in decollo da Malpensa. Una deroga alle procedure ordinarie, che secondo l’Unione dei Comitati è propedeutica all’approvazione di un cambiamento generale che potrebbe portare addirittura al raddoppio dei voli.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali