Appello

Il sindaco di Suno: "Il nostro incrocio della morte dimenticato da Anas"

Intanto qualcosa si è mosso e il primo cittadino è stato convocato per un incontro a Torino il prossimo 3 aprile

Il sindaco di Suno: "Il nostro incrocio della morte dimenticato da Anas"
Pubblicato:

Il sindaco di Suno Riccardo Giuliani si è stancato: da tempo si aspetta la rotonda alla Baraggia, del valore di oltre mezzo milione di euro, per dirigere al meglio il traffico su una strada, la 229 del Lago d’Orta, che crea troppi incidenti.

"Incrocio completamente dimenticato"

«Sicuramente metterò uno striscione, abito lì - ha spiegato il sindaco a NovaraOggi - la balconata è mia e non creo disagio ad alcun cittadino. Poi magari andremo a trovarli a Torino, in pullman, in tanti. Non so più cosa fare. Un incrocio completamente dimenticato. Negli anni ci sono state decine di incidenti, diverse persone sono morte, molte sono sopravvissute ma portate in codice rosso all’ospedale, c’è chi è rimasto sulla sedia a rotelle. Non basta?».

Da ottobre 2023 il Comune attende una risposta da Anas che non arriva: «Ci siamo occupati noi del progetto definitivo e fatto noi una variazione di bilancio in consiglio stanziando 10mila euro per l’esecutivo, abbiamo espletato tutte le richieste per una convenzione con Provincia e Anas; con la Provincia tutto ok, da ottobre aspettiamo Anas, che non risponde né ai messaggi, né alle telefonate, di nessuno. I solleciti? Ormai non li conto neanche più, ma mi sono stufato. Idee? Magari ce l’hanno contro di me personalmente, - ipotizza Giuliani - ci era stato detto che i soldi c’erano, se poi vengono non spesi o spesi male è un problema. Il nostro è un incrocio dimenticato, fanno rotonde ovunque, a incroci non pericolosi come questo, vicino ai supermercati per dirigere il traffico. E qui? Siamo stanchi di vedere incidenti e persone che soffrono o muoiono».

Quella strada con il passare degli anni si è rivelata sempre più frequentata: «Con le varie aziende è un via vai continuo, il traffico si è concentrato molto e nelle ore di punte è un caos». Il sindaco Giuliani è pronto a valutare il da farsi in caso di mancata risposta.

Il sindaco di Cavaglietto, Laura Lanaro, ha espresso con una nota solidarietà e appoggio a Giuliani.

La reazione di Anas: il 3 aprile ci sarà un incontro

Intanto, dopo lo sfogo affidato nei giorni scorsi al settimanale NovaraOggi, Giuliani fa sapere di aver ottenuto un incontro a Torino il prossimo 3 aprile nella sede di Anas. «Sono stato contattato ed è sicuramente un primissimo passo. Vedremo ora che cosa accadrà».

L’iter si prospetta molto lungo, ma dopo tanti mesi di latitanza qualcosa si è mosso. Intanto in questi giorni sono numerosi i sindaci che hanno espresso solidarietà al primo cittadino, sia per affetto, sia perché Comuni limitrofi con cittadini che si sono trovati ad affrontare un incidente. «Mi ha fatto piacere» dice il sindaco.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali