Polizia Provinciale

Liberato all'Alpe Lusentino un raro esemplare di Grifone

Si tratta di una specie particolarmente minacciata in passato

Liberato all'Alpe Lusentino un raro esemplare di Grifone
Pubblicato:

Nella giornata del primo luglio, all'Alpe Lusentino, è stato liberato con successo dalla Polizia Provinciale un raro esemplare di grifone.

Liberato grifone

Si tratta di una specie particolarmente minacciata in passato, fino ad esser portata quasi all'estinzione e che, fortunatamente, negli ultimi decenni è stata oggetto di alcuni progetti di reiserimento sotto la tutela di leggi italiane ed europee.

Il grifone liberato è stato soccorso dagli agenti della Polizia Provinciale a Domodossola: era in condizioni precarie, sottopeso e con sintomi riconducibili a malattia infettiva.
La terapia antibiotica oltre ad alimentazione forzata praticate dai veterinari a San Bernardino Verbano ne hanno consentito il recupero clinico ed il successivo trasferimento al Parco Pallavacino di Stresa, grazie all'interessamento della famiglia Borromeo molto sensibile a queste problematiche.

Nel tunnel di volo del Parco il nostro esemplare ha potuto ottenere il pieno recupero funzionale, fino alla sua liberazione.
Campioni di sangue sono stati prelevati e saranno analizzati per indagini epidemiologiche e tossicologiche tramite il prof. Guido Grilli dell'Università di Milano. Tali informazioni sono particolarmente importanti e permettono di ricordare che l'attività di recupero della fauna selvatica è finalizzata innanzitutto a monitorare lo stato di salute degli animali e dell'ambiente in cui vivono.

Per questo motivo, nell'ambito delle varie funzioni svolte sul territorio, la Polizia Provinciale dedica un particolare impegno ai compiti di soccorso e recupero di animali in difficoltà che spesso si concludono con la grande soddisfazione di vedere tornare liberi in natura magnifici esemplari come il nostro grifone.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali