Attualità
Il caso

Non si ferma il caso dei buoni fruttiferi postali: l'attenzione sui rendimenti riconosciuti

Per la verifica dei Buoni Fruttiferi è possibile rivolgersi alla Sede locale di Federconsumatori Verbania-VCO.

Non si ferma il caso dei buoni fruttiferi postali: l'attenzione sui rendimenti riconosciuti
Attualità VCO, 09 Novembre 2021 ore 09:56

Rimane alta l'attenzione dei legali dell'ufficio verbanese di Federconsumatori sul caso dei buoni fruttiferi postali. Dopo gli episodi delle prescrizioni, ora il lavoro degli avvocati della federazione dei consumatori si sposta sulla liquidazione degli interessi.

Continua a far discutere il caso dei buoni fruttiferi postali della serie Q/P

I possessori dei Buoni Fruttiferi Postali della Serie “Q/P” hanno diritto a percepire interessi maggiori rispetto a quelli liquidati da Poste Italiane al momento dell’incasso. Tali buoni, di durata trentennale e con elevato rendimento, sono stati collocati dal 1986 in avanti, e spesso sono stati fonte di diverse vertenze. Poste infatti, per gli ultimi 10 anni di vita del Buono, ha sempre liquidato rendimenti inferiori rispetto agli interessi presenti nella tabella retrostante. Le Decisioni emesse dagli Arbitri Bancari Finanziari, e diverse sentenze emesse dalla Giustizia ordinaria, sia in primo che in secondo grado, stanno invece dando ragione ai sottoscrittori, i quali hanno diritto di percepire gli importi originari posti nella tabella retrostante, spesso di diverse migliaia di euro per ogni singolo Buono Fruttifero.

La sentenza del tribunale di Verbania

L'avviso dei legali di Federconsumatori:

E’ giunta notizia che anche il Tribunale di Verbania ha recepito il predetto orientamento e, con una recente sentenza, si è espresso in modo favorevole ai sottoscrittori, riconoscendo il pieno diritto di percepire il rendimento originario dal 21° al 30° anno posto sul retro dei Titoli. La decisione del locale tribunale viene ovviamente accolta con grande soddisfazione in quanto costituisce un fondamentale riconoscimento a tutela dei diritti dei risparmiatori, i quali adesso hanno maggiori possibilità di poter far valere le loro ragioni.

Federconsumatori sta già avviando alcuni procedimenti per i sottoscrittori del VCO (Omegna, Cambiasca, Verbania, Cannobio). Mediante le proprie sedi territoriali presenti in tutta la Regione si è già riusciti ad ottenere diverse vittorie in favore dei cittadini. Si ricorda l’importante vittoria della primavera scorsa della Sede di Verbania-VCO presso l’Arbitro Bancario Finanziario di Torino per 26.000 euro in favore di un cittadino di Cambiasca.

 

Per la verifica dei Buoni Fruttiferi è possibile rivolgersi alla Sede locale di Federconsumatori Verbania-VCO, sita a Pallanza Via G. Mazzini 19 presso Villa Olimpia (351.880.10.54), preferibilmente il martedì pomeriggio. Chiunque avesse già incassato tali Buoni può comunque richiedere copia agli uffici postali.