Progetto

Oggi a Novara la presentazione di Surveil: piattaforma di vigilanza contro il Covid

SURVEIL è beneficiario dei finanziamenti erogati nel 2022 al CAAD nell’ambito del bando competitivo della Regione Piemonte “INFRA-P2”

Oggi a Novara la presentazione di Surveil: piattaforma di vigilanza contro il Covid
Pubblicato:

Lunedì 25 marzo al CAAD saranno presentati i risultati di due anni di studi volti a realizzare una piattaforma regionale di sorveglianza genomica per contrastare la pandemia da SarsCov2 e le possibili future epidemie.

I dettagli

Il progetto SURVEIL (SvilUppo di una piattafoRma di Vigilanza gEnomica per IL contrasto della pandemia Covid-19), coordinato da Sandra D’Alfonso – professoressa ordinaria di Genetica Medica e Responsabile Facility Genomica e Trascrittomica del CAAD e del Laboratorio di Genetica Medica presso il Dipartimento di Scienze della Salute dell'UPO – è pronto a condividere con la comunità scientifica i risultati di due anni di lavori. Lo farà con la giornata di incontri organizzata presso l’Aula Magna del CAAD, in Via Trieste, 15/A a Novara lunedì 25 marzo.

SURVEIL è beneficiario dei finanziamenti erogati nel 2022 al CAAD nell’ambito del bando competitivo della Regione Piemonte “INFRA-P2”, rivolto al “Potenziamento di laboratori di prova e infrastrutture di ricerca già esistenti nella disponibilità di organismi di ricerca pubblici e progetti di ricerca e sviluppo finalizzati al contrasto della pandemia Covid-19”.

«Fin dall’inizio – sottolinea la professoressa D’Alfonso – il progetto si è posto obiettivi specifici: dalla realizzazione di un’unità operativa con piattaforme di sequenziamento ad alta processività, allo sviluppo di rapidi ed efficienti protocolli di diagnosi delle varianti virali; dalla sorveglianza ad ampio spettro delle infezioni, supportata da innovative soluzioni bioinformatiche, fino all’attivazione di una rete di laboratori per il coordinamento delle attività di ricerca».

SURVEIL è un unicum nel contesto regionale, i benefici del suo sviluppo per la comunità saranno enormi; le soluzioni proposte, sia in ambito clinico che di gestione del paziente, si configurano concretamente come benchmark per future situazioni emergenziali.
Il convegno analizzerà il contesto nazionale e quello internazionale, grazie agli interventi di esperti sui temi della diagnostica, della ricerca e della prevenzione delle malattie infettive. Tra gli altri: la prof. ordinaria di Microbiologia e Microbiologia Clinica Marisa Gariglio, la prof. associata di Microbiologia Generale Elisa Bona e la prof. associata di Anestesia e Rianimazione Rosanna Vaschetto, Direttrice della Scuola di Specializzazione in Anestesia, Rianimazione, Terapia Intensiva e del Dolore presso l'Università del Piemonte Orientale.

Alle sessioni seguirà una tavola rotonda divulgativa, moderata da Laura De Donato, giornalista RAI e volto noto di TGR Leonardo, nella quale le opinioni dei professionisti che operano a vario titolo nella sorveglianza saranno portate all’attenzione dei decisori e dei cittadini.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali