Cronaca
Cambierebbe lo scenario

Bimba lasciata a Kiev, i legali della coppia novarese: "Non volevano abbandonarla"

La piccola è al momento in affido temporaneo in attesa di adozione.

Bimba lasciata a Kiev, i legali della coppia novarese: "Non volevano abbandonarla"
Cronaca Novara, 16 Novembre 2021 ore 11:44

Parlano, attraverso una nota riportata da Ansa, i legali della coppia novarese che avrebbe abbandonato la propria figlia nata con maternità surrogata a Kiev. Ricordiamo che dopo 15 mesi la piccola è arrivata in Italia ed è stata data in affido temporaneo in attesa di adozione.

Bimba lasciata a Kiev 15 mesi

"Non voleva abbandonare la bambina e, anzi, aveva avviato le pratiche per riportarla in Italia". Lo precisano in una nota gli avvocati Riccardo Salomone e Enzo Carofano, che assistono i due coniugi "additati come responsabili dell'aberrante comportamento". I legali invitano "ad evitare ogni interferenza nella vita privata e nella riservatezza della coppia e stigmatizzano la grave circostanza della fuga di notizie riservate, sulla quale verranno fatti gli opportuni accertamenti in sede giudiziaria".

Il caso

La bimba era nata a Kiev con maternità surrogata, scelta percorsa da una coppia novarese. Poco dopo la nascita i due erano tornati in Italia lasciando la bimba con una tata. I novaresi, stando alla ricostruzione fornita dalla tata agli inquirenti, erano poi spariti. La piccola, ora di un anno e 6 mesi, è stata portata in Italia in questi giorni.

La bimba è stata al momento affidata ad una coppia piemontese che si è resa disponibile ad occuparsene fino al completamento del percorso per l'adozione. Alla piccina, secondo quanto si apprende, è stata anche trovata una tata di lingua ucraina.