Cordoglio

Borgomanero in lutto per Teresio Pioppi, storico volto della "Carulena"

L'uomo per 7 anni fu al fianco di Tiziano Godio nei panni della "Carulena".

Borgomanero in lutto per Teresio Pioppi, storico volto della "Carulena"
Cronaca Borgomanero, 08 Aprile 2021 ore 10:03

Teresio Pioppi è morto martedì 30 marzo a 77 anni: fino al 2019 aveva impersonato una delle due maschere cittadine.

Addio a Teresio Pioppi, storico volto della "Carulena"

«Ciao Tere!» era il saluto che tutti gli studenti e gli ex studenti gli rivolgevano ogni volta che lo incontravano, ed è la frase che tutta la città gli rivolgerà oggi pomeriggio per l’ultima volta. Teresio Pioppi, volto molto conosciuto sia per la sua opera al Don Bosco che per aver vestito i panni della Carulena (una delle due maschere cittadine assieme alla Sciora Togna, che prendono simbolicamente le chiavi della città all’inizio della Festa dell’uva per scandirne i ritmi) per diverso tempo negli ultimi anni, è morto martedì 30 marzo. L’uomo da qualche tempo aveva dei problemi di salute, tanto che nel 2019 aveva lasciato i panni della Carulena.

L'impegno al Don Bosco

Dopo la pensione, Pioppi aveva scelto di impegnarsi nel volontariato, e iniziò a prestare assistenza al Collegio Don Bosco: «Era in un gruppo genitori molto attivo negli anni ‘90 - ricorda don Giuliano Palizzi, direttore dell’istituto scolastico - e dopo la pensione scelse di venire a dare una mano. Allora avevamo la mensa interna, e lui aiutava nella distribuzione dei pasti. Aveva una capacità molto relazionale con i ragazzi, con un modo di fare accattivante: aveva sempre una battuta pronta per ognuno. Quando smise la sua attività con noi radunai tutti i ragazzi dei licei perché lo potessero salutare, e alcuni di loro in quella circostanza erano commossi, molti gli hanno fatto anche dei regalini e dei piccoli pensieri. Veniva tutte le domeniche a messa, dove accendeva le candele: ricordo che quando le vedevo spente guardavo il suo posto e non c’era, ma è successo raramente che non ci fosse».

Il ricordo di Tiziano Godio

E a ricordare la figura di Teresio Pioppi, che apparteneva a una delle famiglie del «scioeppu», ossia delle famiglie storiche borgomaneresi, non poteva mancare la voce di Tiziano Godio, alias la «Sciora Togna»: «Ho di Teresio il ricordo di una persona simpaticissima e gioiosa alle Feste dell’uva - spiega Godio - è stato la mia storica “Carulena”, per 7 anni siamo stati insieme alle Feste dell’uva». Iniziò a vestire i panni della maschera per tramite di Fulgenzio Sacchettini, che interpreta la “Togna” nei casi in cui Godio non può: «Quando la persona che faceva la “Carulena” prima aveva lasciato - spiega Godio - fu Fulgenzio a suggerirmi il nome di Teresio, perché aveva manifestato la volontà di farlo. Aveva un’ottima padronanza del dialetto, ci siamo sentiti e fu preso subito. Si calò bene nella parte, e ricordo che quando sfilavamo era affiatatissimo con tutti i ragazzi, che continuavano a chiamarlo e a salutarlo con “Ciao Tere!”. La notizia mi ha lasciato basito, e faccio le mie condoglianze alla famiglia». Il funerale di Pioppi è stato celebrato alle 15 di venerdì 2 aprile, nella Collegiata di San Bartolomeo: lascia la moglie Lucia, la figlia Samanta con Fabrizio, il nipote Lorenzo e il fratello Gianni, oltre a intere generazioni di borgomaneresi che lo ricorderanno a lungo per la sua allegria.