Soccorsi provvidenziali

Due notti in crepaccio con pantaloni corti: salvataggio-miracolo per una donna

Fortunatamente la donna se l'è cavata con una lieve ipotermia.

Due notti in crepaccio con pantaloni corti: salvataggio-miracolo per una donna
02 Settembre 2020 ore 11:44

Due notti in un crepaccio sul Monte Rosa: per gli addetti ai lavori è un “salvataggio miracoloso”.

Due notti nel crepaccio

Un salvataggio fortuito e “miracoloso” sul ghiacciaio del Grenz sul monte Rosa. Per due notti una donna è rimasta in fondo a un crepaccio su un ponte di neve. In realtà nessuno stava cercando l’escursionista (di nazionalità russa ma residente in Germania) che è stata recuperata soltanto martedì. La donna infatti si era avventurata da sola in direzione Capanna Margherita salendo dal lato svizzero. Per di più era senza alcun equipaggiamento: semplicemente, indossava un paio di scarpe da montagna, un paio di pantaloncini corti e una maglietta con felpa. Nessun rampone ai piedi o un sistema per chiedere aiuto in caso di soccorso. Se è ancora viva, lo deve solo alla fortuna. Un gruppo di alpinisti passava per caso non lontano dal crepaccio e lei ha avuto la fortuna di farsi sentire nonostante il vento. Così è scattato l’allarme. A salvarla l’equipaggio dell’Air Zermatt che racconta la vicenda: «In vent’anni di attività un salvataggio così miracoloso non l’abbiamo mai vissuto».

LE IMMAGINI E IL DETTAGLIO DEI SOCCORSI QUI.

 

LEGGI ANCHE – Novara straordinario avvistamento nei cieli: è un ufo? VIDEO

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità