Cronaca
Domodossola

Evade dai domiciliari per rubare: beccato e arrestato

Durante un controllo di routine non si è fatto trovare in casa: revocati i domiciliari.

Evade dai domiciliari per rubare: beccato e arrestato
Cronaca VCO, 18 Ottobre 2022 ore 11:19

I Carabinieri della Stazione di Domodossola hanno arrestato un pregiudicato 58 enne, residente nell’Ossola, per evasione dagli arresti domiciliari e furto.

I fatti

In particolare nel fine settimana una pattuglia della Stazione carabinieri di Domodossola si era portata presso l’abitazione dell’uomo, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per reati legati agli stupefacenti, per effettuare un controllo di routine e verificarne la sua presenza. I militari, che hanno invece constatato che lo stesso si era allontanato senza giustificato motivo, hanno iniziato le ricerche del 58 enne in tutto il comune di Domodossola. Dopo alcune ore di ricerche, l’uomo è stato rintracciato nel centro domese nei pressi dell’ufficio postale. Sottoposto a perquisizione lo stesso è stato trovato in possesso di una chiave di autovettura di cui non sapeva darne giustificazione.

Poco distante dal luogo del suo rintraccio i carabinieri, utilizzando il telecomando della chiave, hanno individuato una vettura che, da ulteriori accertamenti, è risultata appartenere ad una cittadina domese e che probabilmente sarebbe stata asportata dall’uomo appena trovato il momento più propizio. Il pregiudicato, ricondotto presso il suo domicilio, per la prosecuzione della misura restrittiva, è stato denunciato per evasione e furto.

Il giorno successivo a seguito della denuncia sporta da un cittadino presso i carabinieri di Domodossola per furto in abitazione, dove i ladri erano entrati in casa grazie al mazzo di chiavi asportato all’interno della macchina del denunciante, i militari hanno intuito che l’autore potesse essere lo stesso evaso il giorno prima, data la particolarità di prelevare le chiavi dalle auto in sosta. Così sono andati presso la sua abitazione anche per verificarne la presenza e, una volta in casa, i carabinieri hanno potuto constatare la presenza di alcuni oggetti di cui lo stesso non sapeva indicarne la provenienza. Successive verifiche hanno permesso di ricondurre gli stessi, costituiti da monili ed oggetti vari, al furto in abitazione. Il pregiudicato è stato quindi denunciato una seconda volta per il furto in questione e la refurtiva restituita al legittimo proprietario.

Nel pomeriggio di ieri, a seguito delle denunce trasmesse dai carabinieri di Domodossola, il Tribunale di Novara ha revocato la misura degli arresti domiciliari concessa in precedenza, ripristinando la carcerazione per l’uomo che, prelevato dal proprio domicilio è stato arrestato e condotto in carcere.

Seguici sui nostri canali