Cultura
Il caso

A Gattico-Veruno la fusione tra i due centri si fa anche attraverso l'arte

"L'arte può e deve essere veicolo di pace comunitaria e darò il mio piccolo contributo".

A Gattico-Veruno la fusione tra i due centri si fa anche attraverso l'arte
Cultura Alto Novarese, 16 Luglio 2022 ore 07:00

Una mostra d'arte per la fusione tra i due centri a Gattico-Veruno.

La fusione di Gattico-Veruno anche nell'arte per portarla nel tessuto sociale

Nasce l'idea di una mostra concepita a 4 mani. Ne sono protagonisti il noto pittore residente Mario Bacchetta e Vittorina Riboni Spini, ex assessore alla cultura ma anche insegnante di scuola primaria in pensione. Negli ultimi 3 anni e mezzo la fusione ha cambiato il volto del paese, unendo Gattico e Veruno sotto un unico soggetto amministrativo. Ma secondo Bacchetta occorre lavorare per condurla dai documenti al tessuto sociale. E la cultura può diventare assai utile: «Gattico e Veruno sono due cuori che si uniscono in un matrimonio alquanto anormale - commenta l'artista - hanno tanta storia nel loro passato con famiglie che hanno patito dissapori sorpassati da unioni felici. Esprimo il desiderio di un cordiale quieto vivere ricordando gli anni che furono e lasciando andare i dissidi. Tanta storia abbiamo ora davanti a noi per coltivare con amore il nostro piccolo orticello. L'arte può e deve essere veicolo di pace comunitaria e darò il mio piccolo contributo. Vittorina, che conosco da tanti anni, mi ha aiutato a esprimere valori grazie alla sua grande sensibilità. Forti della stima maturata negli anni, metteremo le basi per una mostra sul tema». «Mario trasforma le tele bianche in opere artistiche - dice Riboni Spini - è capace di celebrare la natura del nostro paese in modo semplice, lasciando incantato lo spettatore. Nessuno nasce pittore: è una capacità che emerge dopo lungo lavoro e Mario ha cominciato giovane facendo pratica con pazienza. Con intelligenza e passione coglie l'attimo fuggente consegnandoci, con autenticità, istanti di vita agreste e urbana. Nelle sue opere appaiono sentimenti, cuore, istinto, creatività ed emozione del momento di cui ha percezione. Uomo di cultura e sensibilità, è attivo e introdotto nella collettività e offre suoi lavori come riconoscimenti ai vincitori di premi».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter