Sabato 6

"Delitti di Lago 7" a Castelletto

I racconti, in tutto ventuno, sono scritti da altrettanti autori

"Delitti di Lago 7" a Castelletto
Pubblicato:

Sabato 6 aprile alle 18, presso la Biblioteca comunale di Castelletto Sopra Ticino, si terrà la presentazione dell'antologia "Delitti di lago 7", il settimo volume dell'ormai nota collana di racconti gialli a cura di Ambretta Sampietro ed edita da Morellini Editore.
All'incontro, moderato da Simona Fridegotto, prenderanno parte alcuni degli autori dei racconti contenuti nel libro: Francesca Battistella, Dario Galimberti, Erica Gibogini, Sergio Roic e Paola Varalli.

I dettagli

A conclusione dell'evento, realizzato in collaborazione con la libreria Feltrinelli point di Arona, sarà possibile acquistare una copia del volume, i cui diritti d’autore verranno devoluti alla Gemma Rara Onlus, associazione di volontariato che si propone di aiutare le persone affette da malattie genetiche rare.

I racconti, in tutto ventuno, sono scritti da altrettanti autori e pur avendo in comune l'ambientazione lacustre ed il crimine, sono molto diversi tra loro come i laghi che fanno da sfondo alle vicende narrate: si va infatti da laghi più noti come il Maggiore, il Como e i laghi di Varese e Lugano, a laghi meno noti come il Tremorgio, il Sirio ed i laghi di Santa Marta, per finire in Africa sul lago Ciad.

Sul nostro Lago Maggiore sono ambientati i racconti di Emilia Covini e Alberto Pizzi, che a Stresa immaginano l'omicidio di un antiquario e la sparizione di un’anziana, di Mercedes Bresso, che ci racconta della sparizione di due uomini a Montrigiasco, e di Laura Veroni, la cui protagonista, in preda alle allucinazioni, commette un delitto ad Arona. Erica Gibogini e Francesca Battistella ci portano invece sul lago d'Orta: sul lungolago di Omegna un gatto è testimone di un delitto ed aiuta ad incastrare il colpevole e a Pisogno, frazione di Miasino, si svolgono le indagini sulla sparizione di un camionista.

Delitti e laghi, il binomio continua e vi porta in splendide località affacciate sull’acqua dolce accomunate dall’essere scena del crimine di delitti efferati o potenziali.
Assassini incalliti o occasionali si aggirano ad Arona e Stresa sulla sponda piemontese del Lago Maggiore e a Caldè e Porto Valtravaglia su quella lombarda. Delitti si consumano anche sui laghi d’Orta (a Omegna e Pisogno) e sul lago di Lugano (a Carabietta, Brusino Arsizio, Osteno, Porlezza e Porto Ceresio).
Vicende delittuose avvengono a Varenna sul lago di Como, sull’Isolino Virginia del lago di Varese, sul lago Sirio, sui laghi Santa Marta di Vigevano, sul lago di Fimon, sul lago Tremorgio nella Svizzera Italiana e sul lago Ciad. A indagare e risolvere i casi ci sono marescialli, commissari, investigatori improvvisati e persino un gatto.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali