Economia
Novità

Cna Piemonte: "Le nostre aziende sono in una fase di decrescita"

La presentazione ufficiale a Torino lunedì 28 novembre insieme all'assessore Tronzano

Cna Piemonte: "Le nostre aziende sono in una fase di decrescita"
Economia Novara, 04 Dicembre 2022 ore 07:00

Cna Piemonte ha presentato a Torino l'ultima edizione del suo rapporto sulle micro e piccole imprese “Monitor” sviluppato in collaborazione con Unicredit.

Un anno difficile per le aziende

Ormai giunto alla sua quinta edizione, il rapporto “Monitor” di Cna e Unicredit mira a studiare le piccole e medie imprese di anno in anno. Presenti alla conferenza la dirigenza Cna, Marco Borgione, responsabile sviluppo nord ovest di Unicredit e il prof. Daniele Marini, docente di sociologia dei processi economici dell’università di Padova, curatore della ricerca. Il rapporto del 2022 ha trattato soprattutto delle difficoltà per le aziende derivate dalle conseguenze del conflitto russo-ucraino. Durante quest’anno, infatti, le imprese hanno dovuto fare i conti con l’aumento dei prezzi delle materie prime e dell’energia elettrica.

"Le aziende sono in decrescita"

Il 99% del tessuto produttivo italiano – ha spiegato Delio Zanzottera, segretario di Cna Piemonte - è fatto da piccole e piccolissime imprese: dal parrucchiere al falegname fino alla piccola o media impresa più strutturata che serve l’industria. Una filiera che garantisce occupazione e crescita a cui però il governo guarda poco. Una parte considerevole delle nostre imprese, quelle meno strutturate, si trova in decrescita e non riesce più a investire in innovazione diventando automaticamente meno competitive”.

L'intervento dell'assessore regionale Tronzano

La regione Piemonte ha risposto all’appello degli artigiani. “Le politiche regionali – ha replicato l’assessore Tronzano – da sempre sono attente alle istanze del tessuto produttivo ed in particolare alla valorizzazione delle micro e piccole imprese. La formazione, l’informazione più estesa possibile sui bandi, la possibilità di acquisire figure manageriali anche nelle micro imprese e il cambio di alcune convinzioni antiche sono alcuni degli elementi strategici che devono garantire quel passaggio culturale necessario e utile per accompagnare le imprese in questo periodo di difficoltà”.

Seguici sui nostri canali