Attualità
Iniziativa

Il Fermi di Arona giovedì premia le sue eccellenze del presente e del passato

Tutto pronto per la cerimonia finale dell'iniziativa "Fermi... e lode"

Il Fermi di Arona giovedì premia le sue eccellenze del presente e del passato
Attualità Arona, 20 Dicembre 2022 ore 07:00

Il Fermi di Arona, lo storico istituto superiore della città, si prepara a premiare le eccellenze del presente e del passato. Appuntamento giovedì 22 alle 18 al Teatro San Carlo.

Il Fermi premia le eccellenze

Una serata di spettacolo e di premiazioni: “Fermi e lode”, in programma giovedì 22 dicembre alle 18 al Teatro San Carlo di Arona, sarà l’occasione per accendere i riflettori sulle eccellenze dell’istituto superiore “Enrico Fermi”, la realtà scolastica aronese che, negli anni, ha formato schiere di professionisti che si sono affermati in campi diversi, dopo il diploma nei diversi indirizzi (liceo classico, liceo scientifico tradizionale e delle scienze applicate, istituto tecnico economico).

Premiati gli studenti del presente e del passato

Il dirigente scolastico Giuseppe Amato: “Tra loro ci sono 28 neo diplomati che hanno ottenuto il punteggio massimo in sede di esame di stato: un numero che testimonia la serietà di un percorso di studio, oltre che l’impegno profuso dagli allievi, ma anche dal corpo docente che li ha adeguatamente preparati”. Seguirà poi un momento dedicato a chi, ad anni di distanza dal diploma, ha raggiunto brillanti e importanti traguardi lavorativi o artistici: “E’ per noi un onore e un piacere – precisa Amato – accogliere nuovamente studenti che portano nel mondo il nome del ‘Fermi’”. A partire da Andrea Amabile, cardiochirurgo, che attualmente vive e lavora negli U.S.A. come postdoctoral Associate alla Yale School of Medicine e che quest’anno è stato insignito anche del Premio “Mario V. Ongari” dall’Università del Piemonte Orientale. Con lui saranno premiati Edoardo Maria Farina, 31 anni, dottorando in Fisica all’Università di Pavia e al prestigioso CERN di Ginevra; Matteo Caminiti, giornalista, redattore del circuito Netweek e ormai storica “penna” del “Giornale di Arona”; Ruggero Rollini, 26 anni, laureato in chimica, che si occupa di comunicazione della scienza e dal 2019 ha collaborato alla realizzazione di “Superquark+” per RaiPlay. Infine ma non per ultima, la pianista Irene Veneziano, che svolge un’intensa attività concertistica in tutto il mondo, vincitrice di una trentina di concorsi pianistici nazionali ed internazionali, e che nel gennaio 2011 ha debuttato al Teatro Alla Scala di Milano con grande successo di pubblico e di critica".

Un grazie ai docenti neo pensionati e a coloro che sostengono il Fermi

“Nel corso della cerimonia di premiazione saranno menzionati anche a tre docenti neo pensionati – precisa il dirigente Giuseppe Amato -, ma diremo il nostro grazie anche a chi, a vario titolo, ha sostenuto e sostiene il nostro istituto: a partire dal sindaco di Arona Federico Monti e al primo cittadino di Castelletto Ticino Massimo Stilo, per proseguire con il capitano della tenenza di Arona dell’Arma dei Carabinieri Alessandro Faedo, il luogotenente dei Carabinieri Vincenzo Verdicchio, Massimiliano Caligara, presidente dell’associazione “Gli amici del Lago”, Rosanna Di Federico, già docente dell’istituto e ‘anima’ del progetto ‘Non uno di meno’ contro la dispersione scolastica, infine la Akzo Nobel, gruppo multinazionale olandese che con la sede di Dormelletto ha più volte contribuito al restyling dei locali del nostro istituto, fornendo gratuitamente le vernici”.


A fare da cornice all’appuntamento “Fermi e lode” saranno momenti di spettacolo a cura di due realtà che rappresentano, da anni, l’eccellenza artistica dell’istituto: l’Orchestra del “Fermi” e il laboratorio teatrale “My Fermi”. L’ingresso è libero.

Seguici sui nostri canali