Attualità
Opere

Variante sud-est di Romagnano Sesia: al via la realizzazione dei lavori

Un importante passaggio in vista della realizzazione dell'opera

Variante sud-est di Romagnano Sesia: al via la realizzazione dei lavori
Attualità Novara, 29 Novembre 2021 ore 07:00

Variante sud-est di Romagnano Sesia: la Provincia annuncia l'avvio della fase concreta del progetto con la consegna dei lavori per la tangenziale.

Un risultato importante e il via libera al progetto

"Si chiude concretamente un iter complesso e avviato circa dieci anni fa: grazie all’interessamento costante del Settore Viabilità, siamo finalmente arrivati alla consegna dei lavori della variante Sud-Est di Romagnano Sesia riguardante il casello della A26 alla Mauletta". La consigliera delegata alla Viabilità Marzia Vicenzi esprime "soddisfazione, a nome dell’Amministrazione, per l’esito della vicenda raggiunto nella giornata di ieri, 24 novembre, con l’atto che darà il via alla realizzazione dell’opera. Un risultato al quale siamo arrivati in concerto con la Regione Piemonte e con la Provincia di Vercelli, confrontandoci sempre con tutti gli altri Enti, Istituzioni e rappresentanti delle aziende del territorio".

Un iter lunghissimo che si avvia a conclusione

La consigliera Vicenzi ricorda che la vicenda "aveva preso avvio nel 2009 con l'indizione dell'appalto per la costruzione della variante Sud-Est di Romagnano Sesia, opera che era stata aggiudicata per un importo di 5.304.808,914 euro, ribassato del 43 per cento rispetto all'importo a base di gara di 9.155.000 euro. Nel 2010 era stata affidata la progettazione dell'opera: l'aggiudicatario era la ditta “Lauro cantieri spa”, fallita nel 2017, con conseguente risoluzione del contratto. Nel 2018, preso atto dell'indisponibilità della seconda classificata, il Consorzio Stabile “Edilmaco” di Torino, a subentrare nell'aggiudicazione, abbiamo proceduto con l’affidamento dei lavori e della progettazione alla ditta “Neocos” ex-“Cerutti srl” di Borgomanero, terza classificata nella gara d’appalto. Il solo progetto è stato affidato per l'importo di euro 51.050,14 euro. Il contratto è stato invece aggiudicato per l'importo di circa 5.600.000 euro a causa della variazione per le spese tecniche intervenute negli anni". Lo scorso 24 novembre si è quindi provveduto alla stipula del contratto di appalto integrato. "Il termine previsto dalla legge per la consegna dei lavori – spiega il consigliere è di quarantacinque giorni dalla data della stipula. Nell'immediato, il Responsabile unico del procedimento provvederà a convocare tutti i soggetti interessati per avviare il coordinamento  in vista dell'avvio del cantiere. La Provincia ha inoltre provveduto alla nomina dell’avvocato Paolo Marchioni in qualità di proprio rappresentante all’interno del Collegio consultivo tecnico, organo previsto dalla nuova normativa, per dirimere le controversie che dovessero sorgere nel corso dell'esecuzione dell'appalto".

Le caratteristiche del progetto

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, il nuovo tronco stradale s’inserirà nel territorio come variante esterna dell’abitato del paese: partendo dall’incrocio della Strada provinciale n. 299 della Valsesia con lo svincolo dell’autostrada A26, salendo sul terrazzo naturale della regione Mauletta, s’innesterà sulla Strada provinciale n. 107 della Mauletta. "Questo – aggiunge Vicenzi - avverrà tramite la strada esistente, da adeguare anch’essa alla classe C1, per raggiungere poi la Strada regionale 142 Biellese. Si tratta di un’opera che abbiamo sempre considerato necessaria: l’attuale percorso, infatti, attraversa l’intero centro di Romagnano Sesia in maniera non adeguata al traffico esistente sia in termini di sede stradale, sia per il livello di servizio, sia anche per quanto riguarda la sicurezza e l’impatto ambientale".

I tempi previsti sono due anni

Il progetto del nuovo tracciato, che avrà una lunghezza di circa tre chilometri, guarda già al futuro e s’inserisce in una logica generale "finalizzata a realizzare un’unica tangenziale, con stessa classe di qualità C1, esterna agli abitati di Romagnano e Prato Sesia-Grignasco, suddivisa in tre tronchi distinti con punto d’unione sulla Strada regionale 142 Biellese e che, nel complesso, si estenda da una rotonda all’incrocio della Strada provinciale 299 della Valsesia, con lo svincolo dell’autostrada A26 fino ad una rotonda esterna a Grignasco. Quest’opera – rimarca a conclusione Vicenzi -presenta una valenza strategica analoga a quella del nodo di Borgomanero: la realizzazione della circonvallazione di Romagnano e Prato Sesia risponde infatti sia ad esigenze di razionalizzazione del traffico interessato alle attività produttive e turistiche della Valsesia, sia anche a quelle di raccordo della Comunità della Valle con la direttrice  Pedemontana, attraverso il casello di Ghemme-Romagnano sulla A26". I tempi di esecuzione saranno di due anni.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter