Economia
Tributi

Tari a Borgo Ticino: le tariffe restano quelle del 2020

Ecco tutte le riduzioni e le agevolazioni stabilite per i cittadini

Tari a Borgo Ticino: le tariffe restano quelle del 2020
Economia Arona, 14 Luglio 2021 ore 09:49

Tari a Borgo Ticino: nell'ultimo Consiglio comunale sono state confermate le tariffe in vigore nel 2020.

Tari a Borgo Ticino: le tariffe per la tassa rifiuti restano invariate

Sono molti i punti all’ordine del giorno discussi all’ultima adunanza del Consiglio comunale di Borgo Ticino. Ci sono novità importanti sulla tassa rifiuti. Infatti, nella sala consiliare del municipio nella serata di martedì 29 giugno sono state approvate delle agevolazioni straordinarie a favore di cittadini e attività. "Le tariffe della Tari rimangono invariate rispetto all’ultimo triennio nel quale è stata apportata una riduzione - ha spiegato il sindaco Alessandro Marchese - e vista l’emergenza sanitaria si propone di posticipare la prima rata, o l’unica soluzione, in scadenza al 16 settembre 2021 e la seconda rata in scadenza al 16 novembre 2021".

Ulteriori agevolazioni per il cittadino

"In più, quest’anno, al fine di supportare e incentivare la ripresa economica - ha aggiunto Marchese - è stato proposto di utilizzare una parte delle somme del fondo di solidarietà dello scorso anno 2020 e anche di quelle trasferite nel corso del 2021, per garantire delle misure straordinarie attraverso delle agevolazioni. Solo su domanda del cittadino, sarà possibile ottenere una riduzione massima fino al 100% della tariffa, in correlazione alle risorse stanziate di circa 53mila euro. Sono previsti requisiti per ottenere le agevolazioni per le utenze domestiche con Isee inferiore a 8.500 euro".

Come funziona per le utenze non domestiche

Invece, per le utenze non domestiche, anche alcune attività commerciali, associazioni e enti, la riduzione della tariffa fino al 100%, in questo caso non vi sono soglie legate all’Isee e la riduzione sarà applicata in automatico. I dettagli e il relativo regolamento sono consultabili sul sito internet del Comune e nei prossimi giorni saranno pubblicate le modalità per presentare la richiesta. «Per le restanti categorie non domestiche - ha aggiunto Marchese - è prevista una riduzione massima fino al 50% della tariffa. Il tutto, sempre, nel limite della spesa globale di 53mila euro». Durante la seduta si è parlato anche dei lavori che Rfi, Rete ferroviaria italiana, ha iniziato nella stazione del paese l’adeguamento mediante allungamento del doppio binario. «Sono interventi per l’adeguamento a modulo da 350 a 750 metri della linea Alessandria - Arona - Borgo Ticino - ha detto il sindaco - ciò consentirà di avere meno passaggi di treni, in quanto, saranno composti da più vagoni: in particolare si fa riferimento ai treni merci. A fronte di questi lavori ho posto una condizione a Rfi che dovrà rispettare: l’installazione di barriere acustiche fonoassorbenti nel tratto del centro storico, lungo la via Stazione e nella frazione di Campagnola