Attualità
Aveva 26 anni

"Non è colpa del violino" Il diario di Alessandro Grazioli e del padre

Il giovane è morto a causa della leucemia.

"Non è colpa del violino" Il diario di Alessandro Grazioli e del padre
Attualità Novara, 17 Maggio 2022 ore 06:02

Il giovane di Briona è morto a 26 anni a causa della leucemia.

"Non è colpa del violino"

Tutto è cominciato con una pustola dolente e con la messa a soqquadro di una stanza alla ricerca del possibile colpevole: il ragno violino. Purtroppo non era quello il responsabile, bensì un nemico molto più subdolo e soverchiante: la leucemia. Una grave malattia che ha colpito a tradimento il ventiseienne Alessandro Grazioli, un ragazzo in ottima salute, sportivo, pieno di speranze, portandolo alla morte nel giro di appena 140 giorni. La girandola di emozioni, dalla preoccupazione, alla speranza, alle illusioni disattese della guarigione, al dolore del lutto, traspare nella lettura delle "Memorie" di Alessandro dalla stanza di ospedale, e nel "Diario" del papà Graziano, che ha iniziato ad annotare le vicissitudini del figlio, fino a vederlo spegnersi tra le mani. Ma non è un lutto fine a sè stesso.

La scomparsa di Ale ha lasciato un grande dono: quello della vicinanza e della solidarietà, attraverso una campagna di adesioni da record all'Admo per la donazione di midollo, affinchè in futuro qualcuno possa beneficiare di ciò che ad Ale è stato precluso.

Il volume, ordinabile in tutte le librerie italiane e nei principali bookstore online, servirà anche per aiutare le associazioni che si occupano di lotta alla leucemia, come Ail (Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma) e Admo (Associazione Italiana Donatori di Midollo).

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter